domenica 29 giugno 2014

Via le cellule morte, arriva il sole!



Per preparare la pelle del viso a ricevere i caldi raggi solari, ma soprattutto per liberarlo dal grigiore accumulato durante i lunghi mesi invernali, l'unica soluzione è uno scrub efficace che eliminando impurità e cellule morte dona al viso un incarnato più omogeneo.  Innanzittuto è bene distinguere tra i vari tipi di scrub; per rendere la pelle del nostro viso più luminosa possiamo servirci di detergenti, formato crema o mousse, contenenti microgranuli che possono essere usati ogni 4-5 giorni (è assolutamente sconsigliato un uso quotidiano che sottopottebbe la pelle ad uno stress controproducente), oppure una maschera peeling che garantisce un gommage più profondo ma che è consigliabile applicare ogni dieci giorni.
Naturalmente è bene tenere conto della tipologia della propria pelle nella scelta del prodotto. Per quanto riguarda l'applicazione le regole basilari per ottenere un risultato soddisfacente sono poche ed essenziali. Inumidite il viso dopo averlo struccato accuratamente e con la punta delle dita applicate lo scrub con una serie movimenti circolari, dall'interno verso l'esterno, che insisteranno sulla famigerata zona T (fronte-naso-mento).
Terminato il massaggio sciacquate il viso con acqua tiepida e se volete concedervi la coccola finale potete picchiettare il viso con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua termale. Non dimenticate assolutamente la crema idratante che nella stagione estiva deve avere anche un buon fattore di protezione solare per scongiurare il pericolo delle macchie. A trattamento ultimato il vostro viso avrà di nuovo la luce che si merita!

Beauty: capelli da star in poche semplici mosse



Domare le folte e ribelli chiome femminili non è mai semplice durante tutto l’anno, figuriamoci nel periodo estivo, dove caldo, salsedine e umidità non stanno di certo dalla nostra parte.
Per questo sarebbe comodo utilizzare qualche piccolo trucchetto divulgato dagli esperti, per avere un look di tendenza con rapide e semplici mosse da star!
Avete una lunga chioma ? Per dare un tono ondulato ed elegante come Alessandra Ambrosio, basta fare una coda alta, appena dopo lo shampo e torcere i capelli su se stessi, fermandoli con delle forcine. Niente elastico, molto probabilmente lascerebbe il segno. Per i capelli corti, il riccio naturale è ancora più semplice. Dividere in varie sezioni la testa e attorcigliare le ciocche nelle dita, aiutandoci sempre con le forcine.
Imitare il look di Ashley Olsen, non è mai stato più facile. Legate i capelli in una coda bassa con un elastico, dopo cio’, basta creare una semplice treccia, più o meno larga a seconda delle onde che volete sfoggiare il mattino dopo.
Se siete invece amanti del wild alla Kate Moss, dopo lo shampo idratare bene i capelli con olio d’Argan e quando questo è del tutto assorbito, pettinare con una spazzola piatta a testa in giù in base al volume desiderato.

Protezione solare viso: come, quando e perchè



La pelle del viso è più delicata e sensibile rispetto a quella del corpo, per questo necessita di attenzioni specifiche, anche sotto il sole.
Rughe precoci, macchie scure, iper pigmentazione: questi i segni che il sole lascia sulla nostra pelle se non ci proteggiamo adeguatamente. In particolare è la pelle del viso quella più esposta a questi rischi in quanto più delicata, più sensibile e sottoposta quotidianamente agli effetti dei raggi UVA e UVB, anche in città!
Non vogliamo demonizzare il sole, anzi! E’ un vero toccasana per la psiche e per il fisico, dobbiamo solo imparare a trarne il massimo dei benefici minimizzando i possibili effetti negativi.
Come? Innanzitutto facendo il pieno di vitamine e betacarotene che preparano la nostra pelle all’abbronzatura, poi cercando di evitare le ore più calde per esporci (dalle 13 alle 16), bere sempre molta acqua per combattere la disidratazione e, non da ultimo, scegliendo delle buone creme solari, specifiche per la pelle del viso, capaci di proteggerci dai raggi UVA e UVB e, al tempo stesso, di favorire una tintarella uniforme e graduale.
Dall’expertise di L'Oréal Paris nei trattamenti viso e anti-età nasce per questo la linea Creme viso Protezione Solare Sublime Sun per una protezione avanzata - grazie ai filtri fotostabili brevettati Mexoryl®SX+XL - e per contrastare – grazie agli attivi ialuronici e Melanin-Control contenuti nella formula - i due principali segni di invecchiamento solare: le rughe e le macchie.
Ben quattro le referenze tra cui scegliere: Crema Viso Protettiva Anti Rughe & Anti Macchie Solari, che agisce in modo mirato contro l'invecchiamento precoce e la comparsa di macchie, con fattore di protezione 50+ o 15, Crema Viso Sublimatrice Protezione Avanzata, con fattore di protezione 30, texture setosa e leggermente dorata, e Fluido Viso Protettivo Ultra-Leggero Effetto Invisibile, che si assorbe rapidamente senza lasciare residui e con fattore di protezione 50+.

Ananas speziato con mandarini cinesi



Ingredienti

4 grosse fette di ananas
12 mandarini cinesi o kumquat
una stecca di vaniglia
un pizzico di zenzero in polvere
un cucchiaio di miele di acacia
4 dl di succo di mandarino
5 g di burro 

1) Eliminate la parte centrale dura dalle fette di ananas e tagliate la polpa a cubetti; lavate e asciugate i mandarini e divideteli in 2-3 parti, togliendo i semi. Incidete la stecca di vaniglia nel senso della lunghezza e tagliatela in 4 bastoncini. 
2) Sciogliete il burro in una casseruola, unite l'ananas, i mandarini, la vaniglia e lo zenzero e cuocete mescolando, a fiamma bassa, per 2-3 minuti. Incorporate il miele, mescolate fino a che si e sciolto, alzate la fiamma e aggiungete il succo di mandarino. Cuocete la frutta ancora per un minuto, mescolando, e spegnete. Lasciate intiepidire, suddividete  in 4 coppe e servite.

Mele al forno con l'uvetta



Ingredienti

4 mele
4 cucchiai di uvetta
4 cucchiai di rum o di succo di mela
succo di un limone o di un'arancia
4 cucchiai di zucchero 

1) Tagliate a meta, orizzontalmente, le mele, eliminate i torsoli e adagiatele in
una pirofila da forno con la parte  tagliata rivolta verso l'alto. 
2) Riempite la cavita ottenuta con un cucchiaino di
uvetta lasciata ammorbidire per 5 min. nel succo di mela o nel rum. 
3) Cospargete le mele con lo zucchero, spruzzatele
con il succo di limone o di arancia, copritele con carta d'alluminio e cuocete in forno, a 180?, per 20 minuti.
Lasciate raffreddare, togliete la buccia e servite.

Costata di manzo ai funghi



Ingredienti

una costata di manzo di 800 g 
uno spicchio di aglio
600 g di porcini
150 ml di panna acida
3 rametti di timo
30 g di burro
mezzo bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale, pepe 

1) Togliete la costata dal frigorifero almeno un'ora prima di cucinarla. Pulite accuratamente i funghi con un pennello o con una pezza inumidita per togliere ogni eventuale residuo di terra; eliminate le parti rovinate e quelle terminali dei gambi.
2) Tagliate a pezzi abbastanza grossi i funghi e rosolateli per 5-6 minuti in una padella con meta dell'olio e del burro e lo spicchio di aglio schiacciato.
3) Scaldate in un tegame l'olio e il burro rimasti, unite la carne e cuocetela a fiamma alta per 2 minuti, poi giratela e proseguite la cottura sull'altro lato ancora per 2 minuti.
4) Aggiungete nel tegame con la costata anche i funghi rosolati, bagnate con il vino, salate, pepate e proseguite la cottura ancora per 5 minuti.
5) Togliete la carne dal tegame e tenetela in caldo; unite la panna acida e le foglioline di timo ai funghi e lasciate sul fuoco ancora per un minuto. Affettate la costata e servitela con i funghi e il fondo di cottura.

Budino di ricotta ai frutti di bosco



Ingredienti

600 g di ricotta light
10 g di gelatina in fogli
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 arancia non trattata
1 limone non trattato
50 g di zucchero a velo vanigliato
2 cestini di lamponi
2 cestini di mirtilli
1 cucchiaio di confettura di frutti di bosco senza zucchero
1 cucchiaino di dolcificante

1) Prepara lo sciroppo. Metti a bagno i fogli di gelatina nella ciotola con acqua fredda, per ammorbidirli. Lava e asciuga l'arancia, grattugia la scorza, poi dividila a meta e spremila; ripeti l'operazione anche per il limone. Riunisci nella casseruola la scorza grattugiata e il succo dell'arancia, lo zucchero a velo e 5 cucchiai di acqua fredda e mescola bene. Metti la
casseruola sul fuoco e cuoci, a fiamma bassa, fino a ottenere uno sciroppo piuttosto fluido. Togli la casseruola dal fuoco, unisci i fogli di gelatina ben strizzati e mescola con cura, finche si saranno sciolti completamente, poi lascia intiepidire lo sciroppo. 
2) Amalgama gli ingredienti. Passa la ricotta attraverso un setaccio (o un colino largo a maglie medie), spingendola giu con il dorso di un cucchiaio. Raccoglila in una ciotola, profumala con la cannella e la scorza di limone grattugiata. Unisci il dolcificante e lavorala molto bene con un cucchiaio di legno, fino a renderla cremosa. Versa nella ciotola con la ricotta lo sciroppo all'arancia tiepido e continua a mescolare energicamente, in modo da amalgamare tutti gli ingredienti. Versa il composto ottenuto nei 6 stampini da budino e trasferiscili in frigo per almeno 4-5 ore. 
3) Sforma il dolce. Mescola la  confettura  con il succo di limone in una ciotola. Immergi il fondo degli stampini in acqua calda per pochi secondi, capovolgili sui piatti individuali e irrorali con la salsina preparata. Decora con i lamponi e i mirtilli ben lavati e asciugati e, a piacere, con scorza di arancia, tagliata a fettine sottilissime.

Insalata di riso con ratatouille e mozzarella



Ingredienti

400 g di riso 
1 mozzarella di bufala da 200 g + 2 cipollotti 
3 zucchine + 1 melanzana 
8 pomodori perini 
maggiorana + timo 
1 spicchio d'aglio 
olio extravergine di oliva 
sale 

Spuntate le zucchine, tagliatele a  metà , eliminate i semi e dividetele a dadini. Scottate i pomodori in  acqua bollente, scolateli, privateli di pelle e semi e riducete la polpa  a dadini. Pulite e tagliate i cipollotti a fettine. Lavate la melanzana  e tagliatela a dadini. Riducete la mozzarella di bufala a cubetti e  mettetela a sgocciolare in un colino.
Scaldate 5 cucchiai di olio in una padella antiaderente,  aggiungete i dadini di melanzana e l'aglio schiacciato e spellato,  salate e cuocete, coperto, per 6-7 minuti. Toglieteli dal recipiente,  mettete al loro posto le zucchine e cuocetele per 3-4 minuti. Nel  frattempo, lessate il riso in acqua bollente salata; scolatelo,  passatelo sotto il getto di acqua fredda e stendetelo su un telo ad  asciugare.
Aggiungete alle zucchine i cipollotti e i pomodori,  regolate di sale, proseguite la cottura per 2-3 minuti, unite le melanzane e togliete l'aglio.
Condite il riso con le verdure, la  mozzarella sgocciolata, un filo di olio e timo e maggiorana tritati.

venerdì 27 giugno 2014

La cellulite, eterna nemica delle donne. Ecco le dieci cause che la scatenano


La temuta cellulite non è andata via e la prova costume è ormai troppo vicina. Per eliminare il fastidioso effetto "buccia d'arancia" bastano poche semplici regole. Bisogna fare attenzione alle diete, non sempre sono positive, spesso fanno perdere tonicità ed elasticità alla pelle favorendo gli insestetismi.
Cuscinetti di troppo anche se si è fumatrici o se si fa un uso eccessivo di antidolorifici che creano ritenzione idrica.
Mai accavallare le gambe o indossare pantaloni troppo sretti, perchè in questo caso si limita la circolazione e si favorisce l'insorgere della cellulite.
Allergie e stress anche possono provocare la buccia d'arancia come un'eccessiva esposizione ai raggi solari che indebolendo le cellule connettive rendono l'inestetismo ancora più visibile.  Correre e camminare per eliminare la cellulite non è poi così corretto, fa bene per stare in forma ma non per i cuscinetti. Per avere gambe perfette e combattere l’inestetismo infatti, sono necessari anche degli esercizi di tonificazione.
Va sfatato, infine, un altro mito: la liposuzione non elimina la cellulite. Spesso la redistribuzione del grasso viene fatta in modo irregolare e rende i fastidiosi "buchi" ancora più evidenti.

giovedì 26 giugno 2014

Capelli baciati dal sole? Arriva Casting Sunkiss, il primo gel schiarente di L'Oréal Paris


Quante volte avresti voluto dei capelli più chiari, pieni di luce e morbidi? Non è più un sogno, grazie al gel schiarente Sunkiss di L'Oréal Paris potrai ottenere tutto questo in modo facile e veloce.
Sunkiss è il nuovo nato dei Laboratori L’Oréal Paris. Si tratta di un gel schiarente a base di acqua ossigenata, senza ammoniaca, piacevole e facile da utilizzare. La sua formula è stata pensata per agire progressivamente sui capelli non colorati, donando una schiaritura naturale, permanente e super-delicata. Inoltre, l’azione progressiva di Sunkiss permette di ottenere un risultato “su misura”: a ogni applicazione i capelli si schiariscono un po’ di più, e quindi non c’è il rischio di sbagliare!
Sunkiss contiene olio di camelia, per nutrire e illuminare i capelli. Inoltre le note del profumo di Sunkiss (ylangylang, vaniglia e tiarè) donano ai capelli l’irresistibile fragranza dell’estate.
Per ottenere l'effetto desiderato basterà applicare il prodotto in gel sui capelli asciutti e attivare gli agenti schiarenti con il calore del phon. Sunkiss può essere attivato anche con l’esposizione al sole, in questo modo gli effetti ossidanti dei raggi UV sulla melanina potranno accelerare lo schiarimento dei capelli.
Per un risultato più intenso riapplica il prodotto più volte, fino a raggiungere l'effetto desiderato, ma aspetta ¾ giorni tra una applicazione e l'altra.
Non ti resta che provarlo e farti baciare dal sole!

mercoledì 25 giugno 2014

Sole, fa bene a chi è iperteso abbassa la pressione



Non più solo un nemico per le rughe o un fattore di rischio per lo sviluppo dei tumori della pelle. Il sole, se si è ben protetti, possiede virtù inaspettate.
Un po' di sole (i raggi UVA) sono, infatti, in grado di ridurre la pressione arteriosa e il battito cardiaco. Lo sostengono i ricercatori dell'università di Edimburgo in un esperiemnto codotto su 24 donne, pubblicato sul Journal of investigative dermatology.
I raggi, una volta penetrati nella pelle, stimolano la produzione di fattori che riducono la pressione del sangue, in modo indipendente dall'effetto vasodilatatore dovuto al calore. «Bastano 20-30 minuti di esposizione per far calare la pressione diastolica di 3-4 millimetri di mercurio - spiegano gli studiosi - basti pensare che ad una diminuzione di 5 millimetri di emrcurio corrisponde una diminuzione del rischio di ictus del 34% e di ischemia del 21%».
«La pelle è un deposito di nitrati vhe i raggi UVA trasformano in nitriti, in grado di ridurre la pressione arteriosa e avere effetti benefici sul sistema cardiovascolare» commenta Antonio Costanzo, direttore Dermatologia all'università la Sapienza -ospedale S. Andrea.
Spiegano gli autori della scoperta: «Il nostro studio dimostra che una esposizione al sole naturale, di 30 minuti, a mezzogiorno o nelle giornate assolate in zone del Sud Europa, dilata le arterie attraverso la pelle. Questo cambia la nostra valutazione del rapporto rischio/beneficio per l'esposizione al sole»
.

Ragazze Afro e Carioca, ecco un trucco tutto per Voi!



Oro e arancio per le ragazze dalla pelle scura e anche per chi, ha la fortuna di diventare molto scura in estate.
In questi giorni, attraverso le partite dei mondiali di calcio, capita spesso di vedere tra  la curva dei tifosi, delle bellezze afro o sud americane bellissime. Ma la pelle scura esige un trucco particolare e ben studiato, per metterne in evidenza la bellezza e dare luminosità.
Allora ecco alcuni pratici consigli per le ragazze di colore, che vogliono imparare nuovi trucchi per il loro make-up.
La pelle scura non è esente da imperfezioni, come ad esempio nel contorno occhi, che può essere caratterizzato da aloni che spengono l’incarnato. Le discromia insomma, non risparmiano nessuna etnia e interessano tutti i tipi di pelle.
Ma ecco un bel trucco da sfoggiare alla prossima partita dei mondiali, anche se invece di stare in Brasile, vi troverete in un salotto, con una birra, davanti alla tv.
1. Per prima cosa stendiamo un fondotinta color cioccolato che somigli all’incarnato, aggiungendo una punta di color arancio per dare un aspetto più luminoso. Poi, con un ombretto oro e con l’ausilio di un pennello a lingua di gatto, andiamo a stendere il prodotto partendo dal dotto oculare fino a raggiungere la parte finale della palpebra fissa.
2. Sempre con un pennello a lingua di gatto e con un ombretto arancio, questa volta   andiamo a sfumare sia la parte interna, sia la parte esterna dell’occhio, lasciando inalterata la parte centrale.
3. Per evidenziare il contorno occhi, utilizziamo un pennello sottile per tracciare una linea sottile sulla coda dell’occhio.
4. E’ sempre bene fare attenzione nella stesura del mascara. Guardate verso il basso, alzando la palpebra, per catturare tutte le ciglia. Con questa procedura è possibile aprire verso l’alto e piegare le ciglia. Avendo l’applicatore più lontano dall’occhio, eviteremo sbavature e anche di rovinare il trucco.
5. Con un Blush Brush stendiamo il fard che in questo caso specifico sarà di colore arancio per dare luminosità al viso e per accentuare i tratti somatici.
6. Per ultimo e non meno importante, utilizziamo un lip gloss arancio dorato con effetto leggermente fissante, ideale per le labbra screpolate e disidratate.

Christy Turlington, il suo segreto di bellezza? Invecchiare con naturalezza


Linda Evangelista, Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Cindy Crawford, Kate Moss e Christy Turlington, note come ‘The Big Six’.
Sei top model entrate nell’immaginario collettivo, icone degli anni ’90 e simbolo di una bellezza perfetta ed irraggiungibile.
Oggi le sei super modelle più celebrate del mondo sono tutte over 40 e ognuna di loro ha affrontato in modo diverso il passare del tempo. Ma tra tutte e sei, spicca un nome: Christy Turlington. E’ difficile vederla in un servizio fotografico, Christy ora è mamma e moglie felice. Invecchiare? Non è una cosa che la spaventa e si rifiuta di intervenire con ritocchi sul suo volto.
Christy Turlington a 45 anni non sente l’esigenza di apparire più giovane ed è felice di invecchiare con grazia e naturalezza.
“Non c’è niente di negativo nell’invecchiare – ha rivelato l’ex modella in una recente intervista – con l’età arriva anche la saggezza, cosa c’è di sbagliato? Credo che oggigiorno le donne siano troppo sotto pressione per tentare di sembrare sempre giovani. Io non tornerei indietro, sono felice di come sono adesso.”
Dunque nessun ritocco estetico per una delle donne considerate tra le più affascinanti del mondo. “Non mi piace mettere chili di creme in faccia – continua Christy – l’idratazione è la cosa più importante, mi bastano un velo di crema e un po’ di correttore per sentirmi a posto.”

lunedì 23 giugno 2014

Sesso per bruciare calorie, ecco come affrontare la prova facendo l'amore


Il sesso è considerabile un'attività fisica come tante e come tale porta allo smaltimento delle calorie. Bisogna ricordare che con un normale amplesso, della durata di circa dieci minuti, in cui si attua la classica posizione del missionario, si possono bruciare dalle 200 alle 300 calorie. Invece con l’attività sfrenata, quella più movimentata per intenderci, si potranno consumare un numero più elevato di calorie.  I sessuologi hanno creato una tabella in cui sono elencati i principali movimenti che vengono fatti durante l'atto sessuale e il numero di calorie che portano a bruciare.
Slacciarle il reggiseno fa consumere 12 kcal, farlo con una mano sola 47 kcal.
Spogliare completamente la partner passiva fa bruciare 80 kcal, mentre se si tratta di un uomo sono 95 kcal.
Venti minuti di preliminari (per lui) equivalgono ad un consumo di 107 kcal, mentre per lei a 87 kcal.  Durante il rapporto 10 minuti nella posizione del missionario fanno bruciare 250 kcal, mentre 10 minuti di rapporto sessuale con lei sopra portano per la donna a un dispendio di 300 kcal e l'uomo 130 kcal.
Dieci minuti di rapporto sessuale in piedi fanno consumare fino a 600 kcal.

domenica 22 giugno 2014

Il rossetto rosso non è solo sexy, aiuta anche nel lavoro!



Questa una novità che emerge da recenti sondaggi che riscontrano che le donne che utilizzano regolarmente un rossetto rosso sono piu’ premiate anche sul lavoro.
Un make up deciso non è solo una questione di bellezza, rivela anche la personalità della persona che lo indossa, ed un rossetto rosso dice implicitamente “sono una donna che sa quello che vuole e lo ottiene”.
Un trucco curato evidenzia anche attenzione verso il lavoro, cura di se’ e della propria immagine, e di conseguenza di quella aziendale.
Le donne spendono almeno 20 minuti la mattina per prepararsi alla giornata lavorativa, e puntare tutto sulle labbra puo’ inoltre aiutare a risparmiare prezioso tempo.
Unico accorgimento? Se puntate su un rossetto rosso tenete il resto del make up “in sordina” per evitare un effetto troppo pesante, piu’ adatto ad una serata che ad una lunga giornata lavorativa.
Non solo, il rossetto rosso, oltre all’allure sexy, suggerisce un’eleganza senza tempo. Soprattutto se usato con appena un filo di eye-liner nero e mascara.
Non solo nel make up, la ricerca condotta nel Regno Unito da Escentual.com, sostiene che anche in fatto di look sul lavoro le donne siano diventate piu’ “aggressive”.
Non solo “completi da ufficio”, puliti e monocolore, ma anche abiti aderenti e fantasia.

Muffin fragola e yogurt



Ingredienti

360 gr di farina 00
220 gr di zucchero
8 gr di lievito per dolci
125 gr di yogurt al naturale
180 ml di latte
250 gr di fragole (pesate una volta pulite)
100 gr di burro fuso
1 uovo
3 cucchiai di zucchero a granella

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180 °C, dopodiché in una ciotola capiente versare tutti gli ingredienti secchi e quindi: farina, zucchero e lievito.
In un’altra ciotola mettere invece le componenti liquide (latte, yogurt e l’uovo) e sbattere con una forchetta o una frusta.
A questo punto incorporare la parte liquida agli ingredienti secchi ed aggiungere le fragole (lavate, pulite e tagliate a pezzetti) ed il burro fuso lasciato freddare.
Mescolate il tutto fino ad aver amalgamato bene tutti gli ingredienti.
Ora non vi resta altro da fare se non riempire lo stampo da muffin (in cui avrete sistemato gli appositi pirottini) versando l’impasto (mi raccomando… non riempite più dei ¾ dello stampino) e poi decorando con la granella di zucchero.
Infornare per circa 15/20 minuti… (vi consiglio di fare sempre la prova dello stuzzicadenti perché il tempo di cottura potrebbe variare da forno a forno).
Trascorso questo tempo, sfornare, lasciare raffreddare ed addentare!!!

Filetti di salmone in crosta di aneto



Ingredienti

4 filetti di salmone senza pelle da 150 g ciascuno
2 grossi scalogni
1 mazzetto di aneto
4 cucchiai di farina
2 albumi
sale e pepe

1) Prepara gli ingredienti. Spella gli  scalogni  , tritali finemente e tagliuzza l'aneto, lavato e asciugato, con le forbici. Trasferisci gli ingredienti in un piatto piano e mescolali con un pizzico di sale e una generosa macinata di pepe. Versa la farina in un altro piatto piano e sbatti leggermente gli albumi con una forchetta in un piatto fondo. 
2) Impana i filetti. Fai scaldare la bistecchiera sulla fiamma. Asciuga i  filetti di salmone , tamponandoli con fogli di carta assorbente, poi passali nella farina, in modo da rivestirli su entrambi i lati in maniera uniforme. Passa ogni filetto, sempre su entrambi i lati, nell'albume, quindi nel composto di scalogno e aneto tritati, in modo da impanarli completamente. 
3) Cuoci il pesce. Scalda bene la bistecchiera. Appoggiaci sopra i filetti e cuocili circa 4-5 minuti. Girali delicatamente con l'aiuto di una spatola di metallo, per evitare che si rompano; poi cuocili per altri 4-5 minuti anche sull'altro lato. Portali in tavola, disposti su piatti singoli, e accompagnali, a piacere, con pure di  patate spolverizzato di pepe e irrorato con un filo d'olio. Servi i filetti di salmone in crosta, decorati con 1 ciuffetto di aneto.

Tortino di alici con patate e pomodoro



Ingredienti

500 g di alici,
400 g di patate,
3 pomodori ramati,
50 g di pangrattato,
40 g di parmigiano grattugiato,
1 cucchiaino di semi di finocchio,
2 rametti di timo,
1 mazzetto di prezzemolo,
olio extravergine di oliva,
sale. 

PULISCI le alici, sciacquale sotto l'acqua corrente e asciugale su piu fogli di carta assorbente da cucina.
Sbuccia le patate, tagliale a fette sottilissime con l'aiuto di una mandolina, scottale in acqua in ebollizione salata per tre minuti, scolale e raffreddale sotto l'acqua corrente. 
LAVA i pomodori, tagliali a fette non troppo sottili, mescola il pangrattato con il parmigiano, una presa di sale, i semi di finocchio, il timo e il prezzemolo tritati.
Rivesti con carta da forno uno stampo a cerniera del diametro di 18 centimetri e riempilo alternando strati di patate, alici, pangrattato e pomodori. 
CONDISCI il tortino con quattro cucchiai di olio extravergine emulsionato con due cucchiai di acqua e una presa di sale e cuoci il tortino in forno preriscaldato a 200? per circa 35 minuti. Servilo a piacere caldo o freddo.

Frittata al forno con i fiori di zucca



Ingredienti

8 uova
24 fiori di zucca
4 cucchiai di grana grattugiato
4 cucchiai di latte
1 scamorza affumicata
maggiorana
burro
sale
pepe

Sguscia le uova in una ciotola e battile con sale e pepe, unisci il grana, il latte, meta della scamorza grattugiata, le foglioline di maggiorana e sedici fiori di zucca privati del gambo e del pistillo e spezzettati. 
Mescola bene e versa il composto in uno stampo rotondo ben imburrato. Quindi appoggia sulla superficie i fiori di zucca rimasti mondati e tagliati a meta. 
Cospargi la superficie della frittata con la restante scamorza e cuoci la frittata in forno a 220? per circa 25-30 minuti, coprendola con dell'alluminio nel caso la superficie si scurisse troppo.
Servi la frittata calda o fredda.

venerdì 20 giugno 2014

Beyoncé svela il nuovo profumo…. Heat Wild Orchid!



Beyoncé vaporosa e sensuale, posa per Il fotografo Michael Thompson, che ha curato la campagna pubblicitaria del suo nuovo profumo  Heat Wild Orchid.Heat Wild Orchid, il nuovo profumo di Beyoncè
Queen Bey indossa un abito nero con piume, tagli geometrici sul bustino e spacco mozzafiato sulla gonna, che mette in primo piano le gambe. Make up dall’effetto naturale, con i capelli tirati indietro in uno chignon basso.
Beyoncé appare sensuale e decisa, proprio come la sua fragranza che lei descrive come “un profumo seducente che emette una feroce, energia femminile”.
Creato in collaborazione con Firmenich Profumiere Honorine Blanc.
Quest’ultimo mette l’accento sull’accordo con il fiore Orchidea Farfalla, conosciuta per il suo potere afrodisiaco e firma l’esotica composizione floreale-fruttato-legnoso.

Massaggiatevi con il ghiaccio prima di esporvi al sole



In questo periodo dell’anno la pelle è spesso esposta al sole, ma per evitare le irritazioni solari e mantenere la pelle tonica, sana e idratata, vi consiglio prima di tutto, al mattino, di massaggiare sul viso un cubetto di ghiaccio, in particolare sulle zone più delicate del viso, come il contorno degli occhi, le labbra e il collo.
La pelle del viso infatti, è più delicata di quella del resto del corpo ed è aggredita più facilmente dai raggi nocivi del sole, che tendono a renderla più vecchia.
Al mattino quindi, prima di esporci al sole, andiamo in frigorifero e prendiamo il nostro cubetto di ghiaccio e iniziamo a massaggiare il viso. Questo trattamento serve per rafforzare e tonificare i capillari e a prevenire le irritazioni solari.
Al passaggio del ghiaccio, i capillari si restringono e poi si dilatano di nuovo. Ecco perché la pelle diventa più tonica, più idratata e meno vulnerabile all’aggressione dei raggi del sole.
Dopo il massaggio refrigerante, stendiamo un velo di crema ad alta protezione più volte nel corso della giornata, soprattutto durante i primi giorni di sole.
Iniziamo da una protezione 50, un  fattore indicato per tutti i tipi di pelle, dopo qualche settimana possiamo scegliere creme con una protezione più bassa.
Ricordatevi sempre di rinfrescare il viso appena la pelle diventa rossa, spruzzando un po’ di acqua, serve ad evitare che la pelle si surriscaldi e si secchi.
E infine, la sera, continuiamo la nostra opera di idratazione, smalmandoci un gel a base difospidin, un composto di fosfolipidi essenziale per aiutare la pelle a rigenerarsi, e di glucosamina, una sostanza usata dalle cellule della pelle per produrre in modo naturale l’acido ialuronico, che preserva la giovinezza della pelle.

Buonumore ed energia extra? Bastano due kiwi



Sappiamo tutti che il kiwi è un frutto ricco di vitamine e povero di calorie, ma che facesse bene anche all’umore è una novità. La notizia è stata pubblicata dal ‘Journal of Nutritional Science’: basterebbero due kiwi della varietà gold al giorno per migliorare il tono dell’umore e fare il pieno di energia.
Il kiwi gold è quello di forma allungata, con la polpa gialla e la buccia liscia, senza i caratteristici pelettini. E’ più dolce rispetto al kiwi verde ed è ugualmente facile da reperire sul mercato.
Per comprendere a pieno il valore di questo frutto, basti pensare che con un solo kiwi assumiamo la dose raccomandata di vitamina C al giorno, ma se esageriamo un po’ con la quantità, ecco cosa succede. La ricerca ha infatti provato che con 2 kiwi al giorno sentiamo di meno la fatica e allontaniamo il rischio di depressione.
Questi benefici sono dovuti allo straordinario apporto di Vitamina C, facile no?
Quindi se il cambio di stagione e i primi caldi ci fanno sentire scarichi ed irritabili, mangiamo due kiwi a colazione e … godiamoci i benefici! Dopotutto non è sempre facile trovare un alimento che combini la bontà con il benessere.

Sesso, arriva la prima pomata contro l'impotenza: aiuta ad evitare defaillance in camera da letto


Mai più defaillance in camera da letto. In Gran Bretagna arriva una pomata contro l'impotenza.
Saranno i britannici a utilizzare la prima crema sul mercato contro le disfunzioni erettili.
Sviluppata da Apricus Biosciences - si legge su PharmaTimes - è commercializzata da Takeda nel Regno Unito, l'unico Paese al momento in cui è disponibile. Una nuova opzione terapeutica per i 2,3 milioni di uomini con disfunzione erettile. Basta una singola dose per ottenere un'erezione in 5-30 minuti. La pomata è stata approvata in Europa a giugno dello scorso anno, sulla base dei risultati dello studio clinico di fase 3, che mostra come il 40% degli uomini ha visto migliorare significativamente la propria funzione erettile utilizzando il prodotto, rispetto al 21% di quelli trattati con placebo.

martedì 17 giugno 2014

Il semifreddo di fragole e lavanda



Ingredienti

Per 4 persone
110 g di zucchero
200 g di panna liquida da montare
250 g di fragole
60 g di albume
4 g di fiori di lavanda essiccati  


Preparazione

Fate bollire 50 g di acqua con 50 g di zucchero e i fiori di lavanda essiccati. Lasciate cuocere per qualche minuto, poi togliete lo sciroppo ottenuto dalla fiamma, lasciatelo raffreddare, quindi filtratelo. Mondate le fragole e frullatele con lo sciroppo di lavanda. Montate a neve ferma gli albumi, con lo zucchero rimasto: unite le fragole frullate alla meringa, delicatamente, per non smontarla.
Montate la panna e poi aggiungetela al composto di fragole e meringa. Versate il tutto in quattro stampini monodose (meglio in silicone) e riponeteli in freezer per un paio paio d’ore. La chef consiglia di estrarre i semifreddi dal freezer qualche minuto prima del servizio, affinché si ammorbidiscano. Guarnite a piacere con petali di fiori di lavanda freschi e una fragola tagliata a ventaglio.

domenica 15 giugno 2014

Le unghie si colorano per i Mondiali



Tutto pronto in Brasile per il calcio d’inizio dei mondiali, e intanto anche le unghie si vestono a tema con quello che è in assoluto l’evento sportivo protagonista di giugno 2014.
Estrosa propone un’originale e creativa nail art dedicata che si ispira sia ai colori patriottici, sia ai colori del Brasile riprendendo i simboli di questi mondiali.
Utilizzando come base la sofisticata nuance Bianco Aria, la nail art viene poi sapientemente realizzata combinando le vivaci tonalità Giallo Amalfi, Indaco, Green Fluo, Sugar e Rosso Ciliegia, tutte appartenenti alla linea smalti gel semipermanenti by Estrosa, per dare vita ad una vera e propria opera d’arte.
Piccoli cristalli Diamond Crystal impreziosiscono gli elementi della manicure per un effetto elegante e grintoso.

Nonne, mamme e figlie: tre generazioni di beauty routine a confronto


Un sondaggio condotto su un campione di 412 donne tra i 50-64 anni, ha mostrato come è cambiata la beauty routine attraverso le generazioni. Spazzola per capelli e cipria erano sempre presenti nelle borsette delle nonne e le nostre mamme non rinunciavano mai al rossetto, mentre le più giovani puntano tutto sugli occhi portando sempre con sé una matita per gli occhi e il mascara.
L'indagine condotta dal sito Victoria, portale dedicato alle donne nate tra il 1950 e il 1964, ha mostrato che le 50enni hanno imparato a prendersi cura di loro stesse negli ultimi 10 anni: le donne che non hanno alcun "gesto di bellezza" sono drasticamente diminuite, passando dal 20% all’8,3%.
Le sane abitudini, non solo sono in continua crescita, ma vengono tramandate da madre in figlia. Struccarsi prima di andare a dormire e non esporsi al sole senza crema solare sono due gesti che permettono sia di avere una pelle luminosa sia di evitare di incorrere in malattie più gravi.
Ma come hanno imparato a truccarsi le nostre mamme? Loro sono delle self made woman, cioè hanno imparato come applicare rossetto, ombretto e fondotinta completamente da sole, mentre le più giovani, complice anche l'avvento di internet, utilizzano nuovi strumenti di apprendimento come i video-tutorial.

Insalata di riso alla mozzarella



Ingredienti

320 g di riso a cottura rapida
200 g di filetto di salmone freschissimo
una mozzarella
un avocado
un limone e mezzo
2 cipollotti
un ciuffo di prezzemolo
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale
pepe 

Private il pesce di eventuali lische, tagliatelo a cubetti e mescolatelo in una ciotola con l'avocado sbucciato e ridotto a dadini; condite con il succo di un limone, un filo di olio, sale e pepe. 
Lessate il riso in acqua bollente salata, scolatelo al dente e fatelo raffreddare passandolo rapidamente sotto l'acqua fredda.
Scolate la mozzarella e tagliatela a pezzetti. Pulite i cipollotti, lavateli e affettateli fini. Tagliate il mezzo limone a fettine sottili e riducetele a striscioline. 
Mescolate il riso con il salmone e l'avocado, i cipollotti, la mozzarella, le fettine di limone e il prezzemolo tritato fine. Regolate di sale, pepate e lasciate insaporire per qualche minuto prima di servire.

Zuccotto di gelato ai tre colori con panna e fragole



Ingredienti

250 g di pan di Spagna
300 g di gelato alla crema
300 g di gelato alla fragola
400 g di gelato al pistacchio
150 g di panna fresca
120 g di fragoline di bosco
1 cucchiaio colmo di zucchero a velo
1 bicchierino di rum

Cuoci 1,3 dl di acqua con lo zucchero per 1 minuto e versa il rum. Taglia il  pan di Spagna a fettine, bagnale con lo sciroppo e rivestici lo stampo foderato con pellicola. 
Stendi il gelato alla crema sul pan di Spagna e livellalo con un cucchiaio bagnato. Metti lo stampo in freezer per mezz'ora, poi forma uno strato di gelato alla fragola. 
Dopo un'altra mezz'ora di riposo, riempi lo spazio rimasto con il gelato al pistacchio e spargilo bene.
Termina, ricoprendo il tutto con le fettine di pan di Spagna rimaste. 
Fai raffreddare lo zuccotto in freezer per 1 ora circa. Sformalo su un piatto da portata o su un'alzatina e solleva con delicatezza la pellicola, per evitare di rovinarlo. 
Qualche minuto prima di servire il dolce, monta la panna ben fredda, con una frusta elettrica, nella ciotola fredda. Trasferisci la panna in una tasca da pasticciere con bocchetta a stella e decora lo zuccotto, formando su tutta la superficie tanti piccoli ciuffi. Cospargi la sommità del dolce con le fragoline lavate o, a piacere, con pistacchi tritati finemente.

Pizza classica alle olive



Ingredienti

200 g di pasta da pane
2 pomodori perini maturi e sodi
50 g di mozzarella
un ciuffo di basilico
farina
5 olive nere
2 cucchiai di olio d'oliva
sale pepe

Scottate per qualche istante i pomodori in acqua bollente, scolateli, sbucciateli e tagliateli a filetti, dopo averli privati dei semi. Scaldate il forno a 230°.  Lavorate  la pasta su un piano di lavoro leggermente infarinato e stendetela in una teglia di 18-20 cm di diametro, unta di olio.
Coprite il disco di pasta con i filetti di pomodoro e la mozzarella tagliata a fettine, lasciando libero un bordo di circa 2 cm. Insaporite  con un pizzico di sale e una macinata di pepe, distribuite sulla superficie le olive e versate a filo l'olio rimasto. Mettete la pizza in forno per circa 15 minuti, sfornatela, completate con qualche foglia di basilico e servitela subito.

Meringata con fragole e gelato



Ingredienti

400 g di gelato alla stracciatella
120 g di meringhe già pronte
2 dl di panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo
20 fragole
50 g di pistacchi sgusciati non salati

Rivesti lo stampo con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato. Fai ammorbidire leggermente il gelato, sbriciola le meringhe con le mani e amalgamale al gelato con un cucchiaio di legno o con una spatola. Versa il composto nello stampo, livellalo e mettilo in freezer a rassodare. 
Fai bollire 1 litro d'acqua in una pentola,  immergi i pistacchi e sbollentali per 30 secondi. Sgocciolali e,  finché sono ancora caldi, privali della pellicina, strofinandoli fra le  dita, quindi tritali grossolanamente. Lava rapidamente le fragole, tuffandole in acqua fredda, poi asciugale con carta assorbente, senza eliminare il picciolo verde. 
Versa la panna in una ciotola a bordi alti, unisci lo zucchero a velo e montala con la frusta, aumentando gradualmente la velocità e amalgama verso la fine lo zucchero a velo. Togli lo stampo dal freezer, capovolgi il gelato su un piatto da portata, elimina la carta e distribuisci con un cucchiaio la panna sulla base di gelato. 
Taglia le fragole a metà e distribuiscile sulla  superficie del dolce. Spolverizza con la granella di pistacchi e porta subito la meringata in tavola.

Insalata di riso con tonno e piselli



Ingredienti

180 g di riso superfino
80 g di tonno sott'olio
80 g di prosciutto cotto in una sola fetta
100 g di Emmental
60 g di olive verdi snocciolate
150 g di piselli surgelati
2 uova sode
1 pomodoro sodo
1 peperone arrostito
4 cetriolini agrodolci
aceto di vino bianco
olio extravergine di oliva
sale e pepe

1) Cuoci il riso. Porta a bollore abbondante acqua nella pentola e aggiungi il sale. Immergi il riso e cuoci per 15-18 minuti circa o per il tempo indicato sulla confezione, mescolando di tanto in tanto. Scola il riso al dente, passalo sotto un getto d'acqua, fallo sgocciolare bene nello scolapasta per 10 minuti circa, mescolandolo di tanto in tanto con un cucchiaio di
legno per non farlo attaccare. Quindi stendilo su un telo ad asciugare. 
2) Pulisci le verdure. Porta a bollore abbondante acqua bollente nella pentola, salala e butta i piselli. Cuocili per una decina di minuti a fuoco moderato, poi scolali bene e trasferiscili nella ciotola. Sgocciola i cetriolini e tagliali a rondelle, dividi a meta il pomodoro, privalo dei semi e taglialo a dadini. Spella il peperone e taglialo a striscioline. Scola il tonno dall'olio
di conservazione e sbriciolalo leggermente. Taglia a cubetti l'Emmental e il   prosciutto  cotto. Riunisci questi ingredienti nella ciotola con i piselli. 
3) Completa l'insalata. Trasferisci il riso freddo nella ciotola con gli altri ingredienti, aggiungi le olive e mescola. Condisci con un pizzico di sale, pepe, 1 cucchiaio di aceto (o, se preferisci, con il succo di 1/2 limone) e 3-4 cucchiai di olio e mescola con un cucchiaio di legno. Trasferisci il riso in frigorifero e lascialo riposare per mezz'ora circa.  Porta in tavola  l'insalata, dopo averla decorata con le uova sode tagliate a spicchi.

venerdì 13 giugno 2014

Prova costume, bruciare le calorie e perdere peso con un solo ingrediente. Ecco quale


Il rimedio efficace per perdere i chili di troppo ora che la prova costume si avvicina? Sentire freddo. Nello specifico sembra che la sensazione di fresco causata dal mentolo sia un rimedio perfetto per bruciare calorie.
Il mentolo, secondo quanto scoperto dalla facoltà di Medicina dell’Università di Padova, è in grado di indurre una trasformazione del tessuto adiposo bianco in un tessuto adiposo simile al tessuto adiposo bruno, conosciuto per la proprietà di bruciare i grassi producendo calore.  Il freddo, inoltre, stimolerebbe il metabolismo, portando naturalmente il corpo a bruciare più calorie.
Il mentolo è utilizzato diffusamente nell’industria alimentare, cosmetica e farmaceutica e sembra privo di effetti collaterali nell’uomo. L'intento delle ricerche è trovare una "cura" contro i problemi legati all'alimentazione, come l'obesità.

Cellulite, l'allarme dai medici: "I fanghi d'alga possono nuocere alla salute"


La cellulite è il nemico numero uno di tutte le donne, soprattutto con la prova costume alle porte. Molti i rimedi per combatterlo, ma alcuni sembrano essere pericolosi per la salute. I fanghi di alga possono aiutare ad eliminare il fastidioso effetto "buccia d'arancia", ma oltre a non essere una soluzione efficace posso anche fare male.
«La cellulite è un problema legato ad un disturbo del microcircolo e non si risolve certo con l’applicazione del fango sulla pelle. Chi ha problemi notevoli non può certo risolverli in questo modo», sostiene a Dottoressa Maria Grazia Caputo, medico estetico presso l’ambulatorio di medicina estetica dell’ospedale Fatebenefratelli.
La dottoressa aggiunge poi che i falghi possono causare problemi, anche grave, alla salute di donne in gravidanza, a chi ha una pelle sensibile o a chi soffre di isfunzioni tiroidee. «In soggetti sani questo prodotto non dovrebbe costituire un problema. Al contrario, se presenti, alcune patologie potrebbero essere esasperate. In persone con pelle sensibile e iperreattiva, infine, possono manifestarsi delle reazioni irritanti che potrebbero assumere proporzioni più rilevanti».

giovedì 12 giugno 2014

Frutta e verdura con i "superpoteri" contro le malattie: spinaci contro il cancro, mele inutili


Frutta e verdura con "superpoteri": per la prima volta è stata stilata una classifica sulle capacità protettive dalle malattie croniche del secolo come la patologie cardiovascolari, neurodegenerative e il cancro. La classifica è stata stilata dal Centers of disease control and prevention statunitense. Pubblicata su Preventing Chronic disease tiene conto per la prima volta del contenuto dei nutrienti in rapporto alle calorie.  Sono in tutto 41 i vegetali promossi e nella top 5 della lista spiccano crescione, cavolo cinese, bietole, barbabietole verdi e spinaci. Negli ultimi 5 posti rape, more, porri, patate dolci e pompelmo bianco.  I meno protettivi contro cancro e patologie cardiache sono mele, banane, mais e patate. Il punteggio, battezzato dai ricercatori della William Paterson university che ha condotto l'analisi 'Powerhouse fruit and vegetable' (PFV), tiene conto del contenuto dei nutrienti protettivi per la salute come potassio, fibre, proteine, calcio, ferro, tiamina, riboflavina, niacina, folati, zinco e vitamine A, B6, B12, C, D, E e K, in rapporto al contenuto calorico su 100 grammi e i valori si riferiscono ai vegetali crudi.

Tintarella, l'allarme degli esperti: "Le creme solari non proteggono dal rischio di cancro"


Le creme solarti non mettono al riparo dal cancro alla pelle. In questi giorni di prime fughe al mare e tintarelle gli esperti mettono in guardia i patiti dell'abbronzatura.
Un nuova ricerca ha mostrato che le protezioni solari non sono sufficienti a combattere gli effetti negativi dei raggi ultravioletti del sole.
Per limitare i rischi bisogna indossare cappelli, vestirsi e ovviamente non esporsi durante le ore più calde.  Bisogna poi evitare categoricamente le scottature, anche con una sola, avvertono gli scienziati, può alterarsi il DNA della pelle e dare origine nel tempo a forme di melanoma.

mercoledì 11 giugno 2014

Make-up: come applicare il fard



In francese si dice fard, mentre in inglese blush, è il must per valorizzare il viso rendendo la pelle più fresca. Armonizza, corregge e dà quel colpo di bon ton in più, creando giochi di luci e ombre, ma attenzione al metodo di applicazione e al colore. I marroni-rosati creano ombreggiature molto morbide. I mattoni danno risultati marcati e incisivi. Le tonalità rosate, soprattutto quelle pallide, donano un effetto estremamente nature regalando trasparenza alle guance. Ma come sempre è importante scegliere la nuance in base al proprio incarnato e al tipo di pelle. Per esempio, con pelli segnate dal tempo sono vietati i fard paillettati, a favore dei satinati. Anche in questo caso è importante il metodo di applicazione.
Ogni viso è unico e non è possibile applicare la stessa tecnica per ogni donna. Se la forma della faccia è rotonda, si deve snellire. È ideale il blush correttivo, da polverizzare dal naso verso le tempie, seguendo una linea obliqua. Mentre per chi ha il viso allungato basta stenderlo in senso orizzontale dall’orecchio in direzione del naso. Se il viso è quadrato bisogna ingentilire i tratti. Due o tre toni più scuri di terra o fondotinta servono per creare delle zone d’ombra nella punta del mento, ai lati del viso, e nell’incavo delle guancia.

Insalata di polpo



Ingredienti (4 Porzioni):

1 polpo da 1 kg
olio qb
limone qb
sale qb
pepe qb
prezzemolo qb
aglio qb

per il brodo di cottura:

1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano

Preparazione:

Prendere una pentola, mettervi il polpo e riempire di acqua fino a coprirlo, tagliare a pezzi grossolani la carota il sedano e la cipolla e metterle insieme al polpo.
Mettere la pentola sul gas e aspettare che l'acqua vada in ebollizione, dopo di che far cuocere per 30 minuti a fuoco medio il polpo e spegnere.
Lasciare nell'acqua di cottura per altri 30 minuti poi prelevarlo con un forchettone, sgocciolarlo e metterlo a raffreddare in una terrina.
Quando è abbastanza freddo, tagliarlo a rondelle non superiori al cm.
Preparare un emulsione di olio, limone (almeno 1), sale, pepe, un poco di aglio e qualche fogliolina di prezzemolo.
Sbattere bene con una forchetta e mescolare al polpo: aggiungere a vostro piacere ancora del prezzemolo, aglio e irrorare il tutto ancora con un filo d'olio.
Lasciar riposare per almeno un'ora prima di servire.

Mousse al cioccolato, lamponi e croccantino di pistacchi



Ingredienti (per 6 persone) :

Per la mousse di cioccolato
600 gr di panna fresca
300 gr di cioccolato fondente 70 %
80 gr di zucchero a velo
Per il coulis di lamponi
200 gr di lamponi + 100 per la decorazione
100 gr di zucchero
50 gr di acqua
Per il croccantino di pistacchio
100 gr di granella di pistacchi naturali
50 gr di zucchero di canna

Preparazione:

Per la mousse: Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e portarlo alla temperatura di 30 °C. Nel frattempo montare a neve ferma la panna con lo zucchero a velo. Una volta raffreddato il cioccolato, unire alla panna montata in 2 passaggi. Mettere il composto in una sac a poche, chiuderla e lasciare raffreddare in frigo. Per assemblare il piatto utilizzare bicchieri grandi e possibilmente trasparenti. Alternare a strati la mousse di cioccolato con il pistacchio e il coulis di lamponi. Decorare la mousse con i lamponi interi e un ciuffetto di menta.
Variazione sifone: Unire 350 di cioccolato 60-70 % a pezzettini a 400 gr di panna e 400 di latte portati precedentemente a bollore e 100 gr di cacao in polvere. Passare al setaccio e caricare al sifone. Lasciar raffreddare in abbattitore.
Per il coulis di lamponi: Portare a bollore in un pentolino i lamponi con l’acqua e lo zucchero a fuoco lento. Cuocere per 5 minuti e successivamente frullare. Setacciare per eliminare gli eventuali semi.
Per il croccantino: Tostare la granella di pistacchi in una padella antiaderente a fuoco moderato, saltando molto spesso per ottenere una doratura uniforme. Aggiungere lo zucchero spolverandolo e continuare a saltare fino a che non sarà sciolto e avrà rivestito la granella di pistacchi.
Versare la ganella su una superficie cercando di separare tutti i pezzetti di pistacchio. Far raffreddare e mantenere in luogo caldo e asciutto.

martedì 10 giugno 2014

Trend colore capelli P/E 2014



Le passerelle non dettano solamente quali accessori ed abiti la faranno da padrone per la stagione, ma mostrano tutti i beauty e hair look da seguire.
Per l'estate 2014 il trend da seguire sarà quello dei colori naturali, caldi e avvolgenti. Niente tinte piatte, ma chiome morbide mosse da riflessi luminosi tono su tono.
I castani e biondi sono i colori più amati dalle donne e non mancano anche per la stagione 2014, l'importante è scegliere sfumature naturali e in armonia con l'incarnato.

domenica 8 giugno 2014

Capelli raccolti: rinnova il tuo look in un lampo con i trend per la P/E 2014


I capelli raccolti sono una delle opzioni a cui spesso ricorriamo quando le nostre chiome non sono proprio al massimo della loro bellezza. Ma quali sono le tendenze per la primavera/estate 2014?
Chignon, code di cavallo e trecce però sono anche un ottimo modo per avere un'acconciatura diversa in maniera rapida e veloce e che spesso viene scelta per serate eleganti o eventi importanti.
Che siano legati stretti, in maniera casuale o con una treccia... quale look è più adatto a te?

venerdì 6 giugno 2014

Bellezza: Nivea Talc Sensation, con talco e polvere di Caolino



Con l’avvento della bella stagione, arrivano in contemporanea anche le afose giornate estive, che portano con sè il problema sudore.
Le fastidiose e anti-estetiche macchie sotto le ascelle, sono nemiche temute da ogni donna, per questo è importante ricorrere ai ripari. Tra i marchi di bellezza più famosi nel settore, troviamo Nivea, un vero toccasana per la pelle del nostro corpo.
Da qualche mese, intenti a studiare una nuova formula capace di sconfiggere il problema cattivi odori, durante calde giornate. La nuova linea Talc Sensation, contiene una delicata polvere di Caolino, insieme alla fragranza pura del talco. Nivea Talc Sensation, offre una pelle profumata e completamente idratata, senza danneggiarne i pori, tramite un’efficace effetto di traspirazione.
Il prodotto lascia la pelle liscia e morbida fino a 48 ore, disponibile nella versione Roll-on, Spray e Stick. Tutte esclusivamente capaci di donare un’immediata sensazione di protezione e freschezza, senza lasciare macchie sui vestiti.
Ideale per le donne più sensibili e soggette a lievi rossori, in quanto testata dermatologicamente per adattarsi ad ogni tipo di pelle, ad alta tollerabilità cutanea.

Tagli corti di nuova generazione per l’estate



Tagli corti di nuova generazione per l’estate. I colori trendy per i tagli corti e tutte le novità per un look sensuale e sbarazzino. Certo, i capelli lunghi sono belli, ma d’estate tendiamo sempre a tenerli legati. Il caldo, il mare, il sole che li rende secchi, tanti sono i motivi per darci un taglio, ma non uno qualsiasi, accertiamoci che sia di nuova generazione! Tanti sono i look originali e estrosi, pensati per chi vuole cambiare look nella stagione calda.
Per l’estate 2014, i tagli corti estivi sono rivisti in chiave spettinata, dove prevalgono ciuffi importanti su tagli rasati ai lati e frangette bombate e gonfie anni ’60 su caschetto ordinati e bon ton in chiave anni ’60. 
Una frangia al centro dell’attenzione e con la quale  sbizzarrirsi: lunga e spostata su un lato, corta che scende dritta sulla fronte, o quella mini. Un taglio semplice che diventa particolare grazie proprio all’elaborazione in diversi stili della frangia.
Ma se il taglio è importante il colore non è da meno e qui la parola chiave è: sfumare.
Le sfumature, ma anche i colpi di sole o di luce risultano essere le tecniche più richieste per donne con tagli corti. Il colore piatto non è più ammesso e l’estate necessita di gradazioni di colore che rinnovano del tutto la chioma spenta dall’inverno.
Dagli splashlights, passando per gli shatush per tagli corti e fino ai colori dell’arcobaleno, la stagione estiva è carica di novità per le nuances da applicare sui capelli.
Ma il nuovo colore di tendenza è il bronde, un mix di castano e biondo. Non è una tinta piatta bensì una vera e propria sfumatura che parte dalla radice del capello o da metà e fino alle punte e crea una pettinatura alquanto dinamica.

Torta di mele al profumo di limone



Ingredienti

650 g di mele
100 g di farina
un cucchiaino raso di lievito in polvere
30 g di fruttosio
2 uova
un dl di latte scremato
un limone non trattato
zucchero a velo
sale 

1) Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e riducetele a fettine sottili. Mettete in una ciotola la farina setacciata  con il lievito, un pizzico di sale, il fruttosio, la scorza di limone grattugiata, il latte e i tuorli delle uova  separati dagli albumi, mescolate in modo da amalgamare bene gli ingredienti e aggiungete le mele a fettine. 
2) Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e amalgamateli con delicatezza al composto. Rivestite con carta da  forno uno stampo di 20 cm di diametro, versatevi l'impasto preparato, livellatelo e cuocete il dolce nel forno,  preriscaldato a 180?, per 40 minuti. 
3) Lasciate raffreddare la torta, levatela dallo stampo, spolverizzatela con poco zucchero a velo e servite.

Tartellette al cocco con il kiwi



Ingredienti

4 fette di pancarre
un kiwi
40 g di cocco disidratato in polvere
un albume
20 g di  zucchero 

1) Riunite in una ciotola il cocco (tranne un cucchiaino, da tenere da parte per la decorazione), l'albume, lo zucchero e mescolate bene fino a ottenere un composto  denso e omogeneo. 
2) Ritagliate 4 dischi di 7 cm di diametro dalle fette di pane, aiutandovi con uno stampino tagliapasta o con un  coltellino affilato; spalmateli con la crema di cocco. Trasferite i dischi in una teglia rivestita con carta da forno e cuocete nel forno
a 200?, per circa 10 minuti o fino a quando la superficie sara ben dorata. Lasciate raffreddare prima di staccare la carta. 
3) Sbucciate il kiwi,  ricavate 4 fette dello spessore di mezzo cm e altre 4 molto sottili; disponetele entrambe,  sovrapponendole, sulle tartellette e cospargetele con un pizzico di cocco in polvere.

Riso e latte con frutti di bosco



Ingredienti

120 g di riso originario
mezzo litro di latte parzialmente scremato
una stecca di vaniglia
2 cucchiai di miele d'acacia
100 g di yogurt magro
150 g di frutti di bosco misti 

Incidete la stecca di vaniglia nel senso della lunghezza, prelevate i semini con l'aiuto di un coltellino, trasferiteli in una casseruola antiaderente e versatevi il latte. Portate a ebollizione, aggiungete il riso, mescolate e cuocete, a fiamma bassa, per 15 minuti; unite il miele e lasciate raffreddare. Incorporate lo yogurt, versate la meta dei frutti di bosco sul fondo di 4 bicchierini, coprite con il riso e terminate con i frutti rimasti. Se vi piace, decorate con filini di scorza di limone.

Pescatrice al basilico, sugo di datterini e peperoni



Ingredienti

600 g di coda di pescatrice spellata e privata della cartilagine centrale
400 g di datterini
200 g di peperoncini freschi,
basilico
1 bustina di zafferano,
farina
vino bianco
olio extravergine di oliva,
sale. 

Lava la pescatrice, asciugala e infarinala. Pulisci i peperoncini ed elimina i semi. Lava  i datterini e taglia a meta i piu grossi. Rosola il pesce dai due lati in un tegame con un filo d'olio, toglilo e tienilo da parte. Unisci un filo d'olio nello stesso recipiente, i pomodori, i peperoncini, una spruzzata di vino bianco, lo zafferano e una manciata di foglie di basilico. Mescola e cuoci a fuoco dolce per 10 minuti. 
Aggiungi la pescatrice, il sale, copri il tegame e prosegui la cottura per 20 minuti controllando che il sugo non si asciughi  troppo, bagnandolo se necessario con un filo d'acqua. Servi con del basilico fresco.

Rosticciata di stoccafisso alla trentina



Ingredienti

1 kg di stoccafisso ammollato
2-3 patate
1 cipolla
1 l di brodo di pesce
1 dl d'olio extravergine d'oliva
1/2 bicchiere di vino bianco
1 dl e 1/2 di panna
1 spicchio d'aglio
1 foglia d'alloro
1 ciuffo di prezzemolo
1 ciuffo di aneto
1 cucchiaio d'aceto bianco delicato o di aceto di mele
1 pizzico di cannella
pepe, sale

Cuoci per circa 30 minuti lo  stoccafisso nel brodo di pesce, poi scolalo,lascialo intiepidire e dividilo in scaglie.
Scalda in una padella meta dell'olio e fai rosolare le patate, ben lavate , tagliate a spicchi con la buccia. Scolale su della carta assorbente da cucina e tienile in caldo. Affetta la cipolla e falla imbiondire con l'olio rimasto, aggiungi anche le scaglie di stoccafisso e l'aglio affettato, bagna con il vino bianco e lascialo evaporare. Aggiungi la panna, l'aneto e il prezzemolo tagliuzzati, la foglia d'alloro e le patate arrostite; condisci con l'aceto, il pepe e la cannella, regola di sale e lascia addensare il fondo per 5 minuti.

giovedì 5 giugno 2014

Le rughe conseguenza di cattive abitudini, per limitarle no a carboidrati e gomme da masticare


Invecchiare è parte della natura di ogni essere vivente, ma raramente uomini e donne acettano le rughe sul loro viso. Oltre a creme e prodotti specifici il primo aiuto per attenuare i segni del tempo sul corpo parte della abitudini quotidiane. Il fumo, ormai è cosa nota, invecchia la pelle e favorisce l'insorgere di rughe, così come un'alimentazione a base di carboidrati ha ripercussioni negative sulla pelle, ma anche l'uso della crema solare, anche quando si passeggia in città, riduce lo stress dei raggi ultravioletti sulla pelle.
Anche l'alcol invecchia, perchè disidrata la pelle e rendendola più secca favorendo la presenza di rughette indesiderate. Anche alcuni movimenti del viso sono negativi per l'effetto "pelle liscia", come la masticazione di gomme.  Assolutamente da non fare è cercare di eliminare i brufoli, perchè favorisce l'espandersi dell'infezione, la loro riproduzione e la presenza di cicatrici.
Bisogna poi cercare di ricordarsi di struccarsi ogni sera prima di andare a letto e non stropicciare troppo la pelle quando ci si trucca.  Anche il sonno può favorire l'insorgere di rughe, soprattutto se si dorme a faccia in giù: è preferibile usare una federa di raso per il cuscino, così che scivoli sulla faccia senza segnarla o, ancora meglio, dormire sulla schiena.

martedì 3 giugno 2014

Dieta Dukan dei 7 giorni, la scala nutrizionale per tornare in forma senza troppe rinunce


La dieta Dukan è il regime dimagrante più famoso degli ultimi anni, ma è probabilmente troppo impegnativo da seguire con costanza per chi non ha un problema di peso serio o chi non ha voglia di rinunciare a una cena in compagnia almeno una volta a settimana. Per andare incontro alle esigenze dei più pigri, l'ex medico Pierre Dukan ha delineato la dieta Dukan dei sette giorni, pensata per chi ha un sovrappeso al di sotto dei 15 chili e non ha troppa fretta di perderli. La dieta si basa sul principio della scala alimentare, nel senso che ogni giorno si raggiunge un gradino più alto aggiungendo un gruppo di alimenti, fino ad arrivare alla domenica, in cui uno dei pasti è libero. Questo lo schema: 
LUNEDÌ. È il giorno delle proteine pure in quantità illimitata. Per chi ha già sperimentato la dieta Dukan, si tratta degli alimenti tipici della fase d'attacco - carni magre, frattaglie, pesci, pollo, affettati magri, uova, proteine vegetali, latticini magri - più un cucchiaino di crusca di avena, un litro e mezzo di acqua da consumare durante la giornata e venti minuti di passeggiata veloce;
MARTEDÌ. Agli alimenti del giorno precedente si aggiungono verdure in quantità, ma sono vietati gli amidacei;
MERCOLEDÌ. Agli alimenti del martedì si aggiunge un frutto (no a banane, uva, ciliegie e frutta secca);
GIOVEDÌ. È il giorno del pane, 45 grammi di semintegrale o integrale;
VENERDÌ. Agli alimenti già inseriti in precedenza si aggiunge una porzione di formaggio (40 grammi) e i minuti di passeggiata passano a 45;
SABATO. Il sesto giorno è quello degli amidacei (220g di pasta integrale cotta, 125g di pasta normale cotta, 200 gr di cuscus di polenta, 220 gr di lenticchie, fagioli, piselli, ceci, 125 gr di riso bianco, 220 gr di riso integrale) che costano anche 60 minuti di camminata;
DOMENICA. È il giorno del pasto della festa. A pranzo o cena si può mangiare tutto ciò che si desidera, senza esagerare o fare bis. L'altro pasto segue lo schema del venerdì e dopo quello libero si deve passeggiare un'ora.

domenica 1 giugno 2014

Dal nude al rosso acceso: quale sarà il tuo colore? Colori labbra primavera estate 2014


Secondo i make-up artist che hanno popolato i backstage delle sfilate, i colori per le labbra che domineranno la prossima stagione primavera/estate 2014, passerano da gloss trasparenti effetto bagnato ai colori accesi, dal rosso all'arancione, fino ad arrivare al rosa caramella.
Insomma, che siate una donna abituata a labbra con solo un velo di burrocacao o di lipgloss o che non possiate proprio fare a meno di una punta di colore sulle labbra, sicuramente la stagione primaverile non vi coglierà impreparate.
Volete labbra nude? Potete scegliere un semplice gloss, un rossetto color carne o appena rosato.
Prediligete le tonalità rosse? Scegliete un rosso fuoco o un bellissimo color ciliegia per labbra che non passeranno inosservate.
Siete temerarie e amate osare? Gli arancioni e i rosa accesi entreranno di diritto a far parte della vostra collezione di rossetti.
Quale colore vi si addice di più? Quale, invece, non potreste mai indossare?