domenica 21 dicembre 2014

Tagliare i capelli aiuta a farli crescere rapidamente? Sembrerebbe di no!


Sin da piccole, le nostre mamme ci dicevano: “Diamo una spuntatina ai capelli, così crescono più in fretta”. Ma in realtà non c’è nessuna certezza scientifica che il taglio rinforzi, o addirittura velocizzi la crescita.
Del resto i capelli non sono come una pianta che, quando viene potata, cresce più rigogliosa e più forte. Le cellule del bulbo pilifero, sono geneticamente codificate per avere un certo spessore e una certa lunghezza massima per tutta la vita di una persona.
Non a caso la calvizie maschile molto spesso è ereditaria.
Lo conferma il fatto che attualmente vi sono dei farmaci che invertono il processo di caduta agendo a livello ormonale-genetico, mentre i prodotti di ricrescita per via esterna, hanno effetti poco significativi e limitati nel tempo.
Un’altra credenza comune è quella di pensare che il capello, se è corto, si fortifica e cresce più sano. Non è così, ma si avverte questa sensazione perché, essendo lungo solo qualche centimetro, rimane più rigido e meno soggetto a spezzarsi.
Ma quando si allunga, perde di nuovo la sua tonicità e le doppie punte sono sempre in agguato.
Infatti, per aiutare la nostra capigliatura, è fondamentale bere tanta acqua e mangiare molta frutta e verdura, così da idratare la nostra cute.

Strudel alle fragole, ricotta e mandorle



Ingredienti

Per la pasta:
300 g di farina
50 g di zucchero semolato
un uovo, poco latte
75 g di burro, sale

Per farcire e decorare:
250 g di ricotta piemontese
250 g di fragoloni maturi
100 g di zucchero semolato
150 g di mandorle tritate
la scorza grattugiata di un limone
50 g di biscotti secchi
2 uova, 40 g di burro
zucchero a velo

Preparazione

1) Preparate la pasta: mettete la farina setacciata sulla spianatoia e fate la fontana. Sgusciate al centro l'uovo, unite lo zucchero, il burro morbido a tocchetti e una punta di sale; aggiungete qualche cucchiaio di latte tiepido e impastate energicamente il tutto unendo, se necessario, ancora latte, fino a ottenere una pasta liscia e morbida. Avvolgetela in un telo, copritela con una pentola calda rovesciata e lasciatela riposare mezz'ora.
2) Per la farcitura mescolate la ricotta con lo zucchero, la scorza di limone, le mandorle, un uovo, i biscotti polverizzati e le fragole tagliate a tocchetti.
3) Mettete la pasta su un foglio di carta da forno e stendetela con il matterello in un rettangolo il piu00f9 possibile sottile.
Spennellatela con il burro fuso e farcitela con il composto preparato, stendendolo uniformemente e lasciando libero lungo i lati un bordo di circa 2 cm.
4) Arrotolate morbidamente la pasta incominciando da un lato lungo e aiutandovi con il foglio di carta. Sigillate con le dita le estremitu00e0 del rotolo, sistematelo sulla placca del forno arcuandolo leggermente a ferro di cavallo.
5) Spennellate la superficie del dolce con l'uovo rimasto sbattuto, passate in forno a 180u00b0 e cuocete per circa 50 minuti, fino a quando saru00e0 dorato uniformemente. Sfornate lo strudel, lasciatelo intiepidire, spolverizzatelo con abbondante zucchero a velo setacciato e servitelo tagliato a fette.

Sfogliata con panna e crema


Ingredienti

500 g di fragole
2 rotoli di pasta sfoglia fresca
2 dl di latte
un'arancia non trattata
70 g di zucchero semolato
40 g di zucchero a velo
30 g di farina
un uovo
un tuorlo
2 dl di panna fresca
un pizzico di sale

Preparazione

1) Scaldate il latte in una casseruola con metu00e0 della scorza d'arancia a strisce e 20 g di zucchero semolato; spegnete,coprite e fate riposare 30 minuti.
2) Montate intanto l'uovo e il tuorlo in una ciotola con 30 g di zucchero semolato, la farina e il sale fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Versate a filo il latte riscaldato ancora e cuocete la crema a fiamma bassa, per 2 minuti circa dall'ebollizione; fatela raffreddare ed eliminate la scorza di arancia.
3) Srotolate la pasta, spennellate un disco con poca acqua, cospargetelo con la scorza d'arancia e lo zucchero semolato rimasti frullati insieme e coprite con l'altro disco. Stendete il sandwich di sfoglia con un matterello fino a ridurlo a circa 2 mm di spessore e dividetelo in 3 dischi di 18 cm; tagliate dalla sfoglia rimasta delle striscioline sottili e fatele aderire sul disco che userete per coprire. Punzecchiateli e infornateli a 220u00b0 per 7-8 minuti, finchu00e9 saranno dorati.
4) Spalmate il primo disco con la crema, distribuitevi sopra metu00e0 delle fragole affettate, coprite con il secondo disco e spalmatelo con la panna montata con lo zucchero a velo; completate con le fragole rimaste a fette e l'ultimo disco. Ponete il dolce in frigo per 30 minuti.

Petti di pollo e carote aromatiche


Ingredienti

2 petti di pollo di circa 350 g l'uno
1 pompelmo rosa e 1giallo
2 cucchiai di miele liquido di arancia
400 g di carote
40 g di burro
salvia
un cucchiaio di semi di finocchio
sale
pepe

Preparazione

Lavate e asciugate le carote mondate e cuocetele per 15-20 minuti nell'acqua un po' salata.
Dividete i petti di pollo a metu00e0 ed eliminate l'ossicino centrale e le cartilagini. Spremete mezzo pompelmo rosa e mezzo giallo. Versate il succo in un grande piatto, mescolatelo al miele, unite i semi di finocchio, sale e pepe.
Fateci marinare almeno per un'ora i petti di pollo.
Scolate la carne dalla marinata e cuocetela per circa 15 minuti sopra una griglia o in una padella di ghisa senza condimento. Giratela almeno un paio di volte.
Tagliate a rondelle le carote e fatele rosolare in un tegame con il burro e la salvia. Versateci la marinata del pollo, regolate di sale e cuocete a fuoco vivace per 5 minuti. Spegnete il fuoco e unite i rimanenti pompelmi sbucciati al vivo e divisi a spicchietti.
Servite i petti di pollo grigliati, tagliati a fettine e accompagnati dalle carote al pompelmo.

Pollo alla pizzaiola


Ingredienti

4 mezzi petti di pollo
4-5 cucchiai di passato di pomodoro
aglio secco macinato o in polvere
origano,
2 cucchiai di olio, sale.

Preparazione

Ricavate dai petti di pollo 8 scaloppine, poi con il batticarne appiattitele leggermente. Sistematene metà lungo l'orlo di un recipiente, a bordi bassi, adatto al forno a microonde. Salatele leggermente e cuocetele a piena potenza per un minuto. Giratele, voltando verso l'esterno la parte prima rivolta verso l'interno del recipiente; fate compiere a quest'ultimo un mezzo giro. Cuocete a piena potenza un minuto e mezzo circa finchu00e9 le scaloppine saranno opache e quasi completamente bianche.Trasferite queste scaloppine in un piatto e ripetete l'operazione con quelle rimaste, dopodichu00e9 mettetele da parte. Nello stesso recipiente riunite il passato di pomodoro, un pizzico di aglio, una presa di origano e l'olio, poi salate e mescolate bene. Cuocete scoperto a piena potenza per un minuto, finchu00e9 otterrete un sugo denso. Rimettete tutte le scaloppine nel recipiente di cottura voltandole un paio di volte nel sugo e sovrapponendole leggermente. Passate nel forno a piena potenza per mezzo minuto e servite, decorato a piacere.

Cartocci con spezzatino di vitello al curry


Ingredienti

800 g di fesa di vitello magra
1 carota
1 gambo di sedano
sale
1 zucchina
250 g di zucca
2 cipollotti
100 g di pasta fillo
1 cucchiaio di curry
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
pepe

Preparazione

Taglia a pezzi la fesa di vitello e rosolala con 4 cucchiai di olio, il curry sale e pepe. Cuoci a fuoco moderato 10 minuti. Pulisci la verdura, tagliala e uniscila alla carne, sala e cuocila per altri 10 minuti. Taglia la pasta fillo in 12 quadrati di 25 cm di lato, sovrapponine 3 su una placca foderata con carta forno, sistema lungo la base la quarta parte dello spezzatino, piega all'interno i 2 bordi verticali e chiudi i lati. Arrotola la pasta e forma un involtino. Ripeti le operazioni con la restante pasta e lo spezzatino rimasto per ottenere 3 cartocci.
Metti i ritagli di pasta sopra ogni cartoccio per decorarli. Pennellali con l'olio rimasto, coprili con l'alluminio e cuocili in forno a 200 Gradi per 8-10 minuti, poi elimina l'alluminio e prosegui la cottura 2-3 minuti; servi i cartocci ancora caldi e croccanti.

mercoledì 17 dicembre 2014

Mal di testa, se si riduce il sale diminuiscono gli attacchi


Un modo efficace per ridurre la comparsa del mal di testa? Diminuire la quantità giornaliera di sale. E' quanto suggerisce uno studio Usa, della John Hopkins University, pubblicato sul “British medical journal”.
I ricercatori hanno preso in esame 400 persone, divise in un gruppo che ha seguito una dieta a base di frutta e verdura e in un altro che ha proseguito con un'alimentazione tradizionale. Tutti i partecipanti allo studio, indipendentemente dal tipo di dieta seguita, hanno consumato in occasione dei pasti principlai inizialmente 9 grammi giornalieri di sale, poi sei e infine tre.
E' stato chiesto loro di registrare, per ogni tappa, l'eventuale comparsa di alcuni sintomi, come gonfiore addominale, bocca asciutta, sensazione continua di sete, afafticamento, naisea e mal di testa. Mettendo in relazione i dati ottenuti, gli studiosi hanno rilevato che diminuendo la quantità di sale giornaliera, da nove grammi a tre, risultavano diminuire di un terzo anche gli episodi di mal di testa.
L'ipotesi avanzatanello studio è che ciò accada perché consumando meno sale si abbassa la pressione e si riducono i battiti cardiaci, con una diminuzione significativa degli attacchi.

domenica 14 dicembre 2014

Charlotte di mele


Ingredienti
   
 * charlotte di 18 cm *
350 g di mele
150 g di pere
120 g di zucchero semolato
2 cucchiai di confettura di albicocche
una manciata di pinoli
80 g di uvetta
1 limone
fette di pane briosciato q.b.
burro q.b.
latte q.b.

Preparazione

La charlotte di mele è un dolce goloso realizzato con strati di pan brioche arricchiti da mele a pezzetti, uvetta e pinoli. In questa ricetta della charlotte ho reso il tutto più goloso aggiungendo anche le pere e un velo di confettura di albicocche. Il risultato è stata una charlotte di mele soffice e profumata, perfetta per la colazione o la merenda!
Sbucciate le mele e le pere, tagliatele a pezzetti e raccoglietele in una casseruola con lo zucchero, la scorza del limone e un bicchiere di acqua. Cuocetele, con il coperchio, fino a quando non saranno morbide (circa 10 minuti). Nel frattempo, imburrate una teglia circolare e foderatela sul fondo e i lati con le fette di pane briosciato a cui avrete tolto la crosta.
Fate attenzione a non lasciare spazi vuoti. Distribuite la confettura su tutto il fondo in modo uniforme.
Formate gli strati in questo modo fino a esaurimento degli ingredienti: frutta cotta, uvetta ammollata e strizzata e pinoli.
Concludete con uno strato di pane, bagnatelo con qualche cucchiaio di latte e cuocete la charlotte di mele a 180 gradi per circa un'ora. Sfornatela, fatela intiepidire e servite.

Crostata alle noci e caramello


Ingredienti

* crostata di 22 cm *
Per la frolla sablée:
750 g di farina tipo 00
250 g di burro
250 g di zucchero a velo
un cucchiaino di estratto di vaniglia
4 uova grandi
Per il ripieno al caramello:
220 g di zucchero semolato
40 g di miele (millefiori o d'acacia)
250 g di panna fresca
300 g di noci già sgusciate

Preparazione

La crostata alle noci e caramello (crostata di Grenoble) è un dolce goloso realizzato con una base di pasta frolla sablée farcita con caramello e noci. Un trionfo di bontà, solo per i più golosi! Non si sa bene perché questa crostata sia associata alla città francese di Grenoble, ma di certo l'affinità c'è perché Grenoble eccelle proprio nella produzione locale di noci. La pasta frolla è "sabbiata", ovvero ottenuta miscelando prima gli ingredienti secchi con il burro a cui vengono poi aggiunte le uova sbattute. La crostata alle noci e caramello non presenta particolari difficoltà, l'unica attenzione dovrete averla per il caramello affinché non bruci.
Per il caramello: versate lo zucchero in un pentolino caldo e fatelo sciogliere a fuoco basso senza mescolare. Quando avrete ottenuto un bel colore dorato, aggiungete anche il miele e amalgamate bene. Quindi, versate la panna a filo e lentamente altrimenti il caramello si gonfierà fuoriuscendo dalla pentola e rischiando di bruciarvi!
Mescolate bene e spegnete il fuoco. Incorporate le noci tritate grossonalmente, mescolate e fate raffreddare. Nel frattempo preparate la pasta frolla. Miscelate la farina con lo zucchero e il burro a pezzetti, dovrete ottenere un composto sfarinoso.
Sempre continuando a impastare unite anche le uova sbattute e aromatizzate con l'estratto di vaniglia. Lavorate l'impasto fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo. Stendetelo con il matterello su un foglio di carta da forno (spessore 2-3 cm) e lasciatelo riposare in frigorifero per mezz'ora. Quindi, stendete la pasta con uno spessore di circa mezzo cm e foderate con essa uno stampo a cerchio apribile di 22 cm.
Eliminate la pasta in eccesso sui bordi, bucherellate il fondo e farcite con il composto di noci e caramello. Livellate bene e utilizzate la pasta rimaste per formare delle strisce che incrocerete sulla superficie come fosse una griglia.
Infornate la crostata di noci e caramello a 170-180 gradi per circa 40 minuti. Sfornatela e lasciatela raffreddare completamente prima di servire.

Paccheri al sugo di cozze


Ingredienti

* 4 persone *
1 kg di cozze
400 g di paccheri
4 cucchiai di olio di oliva
1 cucchiaio di pasta d'acciughe
50 g di olive nere denocciolate
300 g di pomodori pelati
prezzemolo fresco q.b.
sale q.b.
1 spicchio di aglio piccolo

Preparazione

I paccheri al sugo di cozze sono un primo piatto di pesce realizzato con i paccheri conditi dal pomodoro, dalle cozze e dalle olive nere. Velocissimo da realizzare, gustoso come solo i primi di pesce sanno essere e profumato dall'aglio e dal prezzemolo, questo piatto mette daccordo tutti! Potreste, per variare, arricchirlo con le vongole sgusciate o i gamberetti oppure aromatizzarlo con un mix di erbe aromatiche.
Pulite le cozze eliminando la barbetta (tiratela verso la parte più larga del guscio) e raschiando il guscio per eliminare eventuali residui. Sciacquatele sotto acqua corrente e fatele aprire in una casseruola, a fuoco vivace e con il coperchio. Sgusciatele tutte e filtrate bene il liquido di cottura. Tenete da parte.
Fate sciogliere a fuoco medio la pasta d'acciughe nell'olio, unite le olive tagliate a rondelle e dopo qualche istanti i pomodori pelati. Cuocete per qualche minuto, mescolando, e unite l'acqua di cottura delle cozze e le cozze stesse. Regolate di sale se necessario e proseguite la cottura per 10 minuti. Profumate con l'aglio tritato e il prezzemolo un minuto prima di terminare la cottura.
Lessate i paccheri e scolateli al dente, conditeli con il sugo alle cozze e serviteli immediatamente.

Rustici cotto e formaggio


Ingredienti

 * per 4 persone *
1 rotolo di pasta sfoglia
150 g di prosciutto cotto
150 g di provola
1 uovo

Preparazione

I rustici cotto e formaggio sono stuzzichini di pasta sfoglia ripieni di prosciutto cotto e provola. Questi rustici cotto e formaggio veloci hanno la forma di mezzelune che ho formato ritagliando dei cerchi e ripiegandoli a metà su sé stessi. Ovviamente, potete scegliere la forma che preferite così come il ripieno ricordandovi, però, di non farcire i vostri rustici cotto e formaggio con ingredienti che contengono troppa acqua come la mozzarella e alcuni tipi di verdure. Serviteli per un aperitivo fra amici o per un buffet salato, i bambini ne andranno matti!
Per preparare i rustici cotto e formaggio, stendete il rotolo già pronto di pasta sfoglia. Lavorate sul foglio di carta da forno della pasta sfoglia, formate con una tazza 7 cerchi del diametro di almeno 12-13 cm e ripassate il perimetro con una rotella. Impastate nuovamente i ritagli di pasta per ricavare l’ottavo cerchio e disponete al centro un mucchietto di prosciutto tagliato a listarelle.
Aggiungete la provola, tagliata allo stesso modo, e richiudete il cerchio a metà facendo combaciare i lati. Sigillate bene i bordi, se serve, ripassando la rotella lungo tutto il perimetro delle mezzelune e spennellatele con l’uovo sbattuto.
Cuocete i rustici cotto e formaggio in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti e lasciate raffreddare qualche minuto di servirli.

Girelle di sfoglia al prosciutto


 Ingredienti

 * 12 girelle *
1 rotolo di pasta sfoglia
250 g di ricotta di mucca
4 fette di prosciutto crudo
qualche fogliolina di salvia fresca
sale e pepe q.b.
1 uovo medio

Preparazione


Le girelle di sfoglia al prosciutto sono degli stuzzichini facili e veloci realizzati con pasta sfoglia farcita con una crema di ricotta alla salvia e fette sottili di prosciutto crudo. Le girelle di sfoglia sono scenografiche e gustose, perfette per un buffet o un aperitivo! Se preferite, potete arricchire o personalizzare il ripieno con i vostri ingredienti preferiti.
Lavorate la ricotta in una terrina insieme alla salvia tritata, sale, pepe e l'uovo. Amalgamate il tutto fino a ottenere una crema omogenea. Stendete la pasta sfoglia, distribuitevi sopra la crema di ricotta lasciando qualche cm di vuoto lungo il perimetro.
Posizionate le fette di prosciutto crudo sullo strato di ricotta, ripiegate verso l'interno due lati e arrotolate partendo da uno dei due rimasti.
Formate un rotolo e sigillate bene le estremità. Ricavate le girelle tagliando il rotolo in fettine spesse circa un cm e mezzo. Posizionate le girelle di sfoglia su una leccarda rivestita di carta da forno.
Infornate le girelle di sfoglia a 200 gradi per circa 20-25 minuti.

sabato 6 dicembre 2014

I due segreti di Taylor Swift


Attrice e cantautrice, Taylor Swift ha un curriculum lunghissimo, eppure ha appena 25 anni. Così come il suo personale bottino, come stima la rivista americana Forbes. Oltre alla bravura, la bellezza di Taylor Swift è ovviamente sotto gli occhi di tutti. La prossima apparizione sul grande schermo sarà nel film The Giver, nei panni di Rosemary, mentre è appena uscito il suo nuovo singolo. Certo non è una che non fa parlare di sé.
Il suo make-up, però, a differenza di molte star è facilmente identificabile. Sono due le cose che non possono proprio mancare per lei: l’eyeliner e il rossetto rosso acceso. Color ciliegia, precisamente, il suo preferito. Proprio così: semplice e personalizzato al tempo stesso. Taylor Swift adora però anche i make-up occhi molto luminosi, abbinati a ciglia finte, che allungano gli occhi. Quindi l’incarnato è trattato con un fondotinta leggero e a lunga tenuta, con un ombretto chiaro con micro glitter su tutta la palpebra mobile. Bella, semplice e speciale.

Il make-up per chi porta gli occhiali


Portate gli occhiali? Io sì, dalla prima elementare, li metto solo per leggere e scrivere, ma sono davvero indispensabili ormai. Ho molte amiche, però, che non potrebbero vivere senza e che portano gli occhiali sempre. Mia sorella in primis, ma si lamentano perché non sanno mai come truccarsi. Certo, la lente dell’occhiale fa un po’ da schermo e cancella il make-up, ma niente paura, basta capire quali sono i colori adatti per far risaltare l’occhio anche dietro la lente e il gioco è fatto. Ecco quindi un trucco molto colorato e un po’ stile anni ’80, perfetto per chi porta le lunettes, come direbbero i francesi. 
Stendete un fondotinta compatto su tutto il viso con una spugnetta e, siccome il centro di questo make-up sono gli occhi, applicate su tutta la palpebra un ombretto satinato color oro, poi, con un pennellino, aggiungete un ombretto blu opaco su tutta la parte superiore. Per dare maggior luce al trucco aggiungete un pizzico di ombretto oro anche sotto le sopracciglia. Se volete proprio esagerare, applicate in maniera generosa un ombretto rosa opaco nella parte finale dell’occhio.
Per impreziosire, lo sguardo stendete l’eyeliner nero e applicate tre mascara: il primer, una crema che protegge, nutre e idrata le ciglia, il mascara nero, che pettina le ciglia, e quello volumizzante. Aggiungete una matita nera resistente all’acqua sotto l’occhio e dentro una matita bianca, renderà l’occhio più grande e luminoso. Applicate il mascara nero anche sulle ciglia inferiori, disegnate le sopracciglia e applicate l’illuminante sotto l’occhio per definire il make-up.

Torta Sacher alle castagne


Ingredienti

* torta 18 cm *
Per la base:
100 g di zucchero di canna
120 g di burro a temperatura ambiente
3 uova medie
120 g di cioccolato fondente
150 g di farina di castagne
1 cucchiaino di colmo di lievito per dolci
un pizzico di sale
latte (facoltativo)
Per farcire:
confettura di marroni q.b.
Per la glassa:
100 g di cioccolato fondente
acqua bollente q.b.

Preparazione

La torta Sacher alle castagne è un dolce goloso, deliziosa variante della più conosciuta Sacher. La torta sacher alle castagne è realizzata con la farina di castagne e farcita con la confettura di marroni, una vera bontà! Qui è piaciuta tantissimo e non vi nascondo che ho pensato più volte di farla diventare la Sacher ufficiale…era troppo buona! Potete realizzare la glassa anche con 100 g di cioccolato e 100 di burro!
Lavorate il burro a crema insieme allo zucchero di canna. Aggiungete man mano i tuorli d’uovo.
Quando avrete ottenuto un composto omogeneo unite anche il cioccolato fuso ormai tiepido e poi la farina setacciata insieme al lievito e il pizzico di sale (se l’impasto è troppo duro unite qualche cucchiaio di latte). Montate a neve ferma gli albumi, incorporateli delicatamente all’impasto con un movimento dal basso verso l’alto. Trasferite il composto della sacher in uno stampo circolare imburrato e infarinato, livellate bene e cuocete a 150° per circa 50 minuti. Sfornate la torta, lasciatela raffreddare e dividetela in due dischi uguali.
Farcite la sacher con la confettura di marroni, riunite le due metà e decoratele con la glassa al cioccolato che avrete preparato nel modo seguente. Tritate grossolanamente il cioccolato, versatevi tanta acqua bollente quanta ne serve a ottenere una glassa soda e spalmabile e poi fate addensare sul fuoco per qualche minuto.
Distribuite la glassa sulla sacher alle castagne e lasciatela raffreddare completamente prima di servire.

Plumcake ai lamponi


Ingredienti

* 10 plumcake *
3 uova medie
1 vasetto di yogurt bianco
1 vasetto di zucchero di canna
3 vasetti di farina tipo 00
la scorza grattugiata di un limone
50 ml di olio di semi di mais
30 lamponi

Preparazione

I plumcake ai lamponi sono delle soffici e golose merendine realizzate con un impasto a base di yogurt arricchito dai lamponi freschi. Perfetti per la colazione o la merenda, i plumcake ai lamponi si preparano in pochissimo tempo e si conservano per diversi giorni sigillati in un sacchetto di plastica. Se preferite, potete aromatizzarli con la vaniglia al posto del limone.
Sbattete le uova insieme allo zucchero. Aggiungete lo yogurt, incorporate anche la farina setacciata con il lievito. Mescolate con una frusta e unite l'olio e poi la scorza grattugiata del limone.
Lavate e tamponate i lamponi con carta da cucina. Aggiungeteli all'impasto e mescolate delicatamente. Distribuite l'impasto nei pirottini per plumcake e riempiteli per 2/3.
Cuocete i plumcake ai lamponi a 180 gradi per circa 20-25 minuti. Sfornateli e lasciateli raffreddare.

Lasagne al salmone e zucchine


Ingredienti

* 6 persone *
400 g di lasagne secche
2 zucchine medie
200 g di salmone affumicato
700 ml di besciamella
700 g di ricotta di mucca
prezzemolo fresco q.b.
sale q.b.
olio di oliva q.b.
qualche cucchiaio di latte
pepe q.b.

Preparazione

Le lasagne al salmone e zucchine sono un primo piatto realizzato con sfoglie di pasta all’uovo farcite con crema di ricotta, salmone affumicato e zucchine. Colorate e leggere, le lasagne al salmone sono perfette per un pasto primaverile, veloce e di sicuro effetto!
Lavate le zucchine e grattugiatele, saltatele in padella con un filo d’olio per qualche minuto. Regolate di sale. Preparate la besciamella come descritto qui. Sbollentate le lasagne per un minuto in acqua bollente salata e lasciatele asciugare su un canovaccio asciutto.
Preparate la crema di ricotta nel mixer insieme a un pizzico di sale e pepe e qualche cucchiaio di latte. Distribuite un velo di besciamella sul fondo di una teglia rettangolare.
Formate un primo strato con le lasagne, poi la crema di ricotta e le zucchine.
Profumate con il prezzemolo tritato. Concludete con uno strato abbondante di besciamella.
Infornate le lasagne al salmone e zucchine a 200 gradi per circa 30 minuti. Sfornatele, lasciatele intiepidire e servitele.

Cordon bleu con rucola e mozzarella


Ingredienti

* 4 persone *
4 fette di petto di pollo
200 g di mozzarella fior di latte
16 foglie di rucola fresca
2 uova medie
pangrattato q.b.
sale q.b.
olio di semi di arachidi q.b

Preparazione

I cordon bleu con rucola e mozzarella sono un secondo piatto realizzato con fette di petto di pollo farcite con rucola fresca e mozzarella fiordilatte. Una vera bontà dal cuore filante, resa ancor più gustosa dalla panatura croccante e dorata! Vi consiglio di non farcire completamente ogni cordon bleu, altrimenti il ripieno durante la frittura fuoriuscirà rovinando il piatto.
Dividete ogni fetta di petto di pollo in due parti e battetele con un batticarne per renderle più uniformi e tenere. Salate ogni fetta e farcitela con uno strato di mozzarella tagliata a fettine che avrete fatto sgocciolare bene.
Unite, a questo punto, anche le foglie di rucola facendo attenzione a restare sempre all'interno dei bordi della fetta. Coprite con la seconda fetta di carne e pressate bene il cordon bleu affinché il ripieno si assesti bene al suo interno. In una ciotola capiente sbattete le uova con un pizzico di sale, passatevi ogni cordon bleu. Impanate quindi con il pangrattato.
Friggete ogni cordon bleu in olio ben caldo a fuoco medio, facendoli dorare da entrambi i lati. Servite immediatamente.

Hamburger di pollo e pomodori secchi


Ingredienti

* 4 hamburger di pollo *
350 g di petto di pollo
5 pomodori secchi
50 g di mollica di pane
20 g di parmigiano grattugiato
sale q.b.
olio di oliva q.b.

Preparazione

Gli hamburger di pollo ai pomodori secchi sono un secondo piatto di carne veloce e originale, realizzato con polpa di pollo tritata e insaporita da pomodori secchi, mollica di pane e parmigiano grattugiato. Gli hamburger di pollo sono un'idea perfetta per una cena estiva, si preparano in poco tempo e si possono personalizzare con gli ingredienti che preferite. Potete aggiungere olive nere o capperi o, perché, mozzarella e rucola al posto dei pomodori secchi!
Tritate al tritacarne (o finemente con un coltello) la polpa di pollo insieme a metà dei pomodori secchi. Raccoglieteli in una terrina e aggiungetevi la mollica di pane che avrete frullato insieme alla metà restante di pomodori.
Aggiungete il parmigiano grattugiato, regolate di sale e impastate il tutto per ottenere un composto omogeneo. Formate gli hamburger con l'apposita pressa o con le mani (dovranno avere lo spessore massimo di un cm e mezzo). Cuocete gli hamburger di pollo su una piastra o una padella rovente con un filo d'olio e fateli dorare da entrambi i lati.
Servite immediatamente gli hamburger di pollo ai pomodori accompagnando con insalatina mista
.