giovedì 30 luglio 2015

Tendenze estive: le unghie decorate


La novità di questa estate 2015 è l’uncinetto nail-art, ovvero decorare le unghie con “pizzi e merletti” per un design unico e molto speciale. Per chi invece vuole dilettarsi con il “disegno”, si può lavorare di dotter e ricreare un crochet sulle unghie, ma senza ferri, solo con gli smalti.
Partiamo dall’uncinetto nail-art, ovvero, come ricoprire le unghie con preparazioni fatte all’uncinetto. Ovviamente serve una dotazione minima che consiste in ferri da uncinetto, filo di cotone (o seta, a seconda di cosa vogliamo realizzare), dimestichezza e manualità nell’uncinetto, ed infine, tanta creatività.
A seconda del materiale scelto, ovvero cotone, seta, e volendo, anche lana, avremo un risultato finale più o meno vistoso. Con dei filati grossi (lana) l’ideale è creare un piccolo merletto che sia bello lungo, mentre se usiamo il cotone, o meglio, la seta, possiamo anche creare dei pizzi microscopici che coprano solo una parte dell’unghia.
Per applicare il nostro pizzo o merletto dovremo usare una colla speciale per nail art, utile anche per rendere rigida la nostra creazione, come se fosse una vera unghia.
Il dotter è una specie di “penna a sfera” con due teste metalliche rotonde (a sfera), di solito una è più grande dell’altra.
Il suo utilizzo è semplicissimo, in pratica è come se usassimo un pennino da intingere nell’inchiosto di volta in volta.
Il dotter esiste di varie misure, ma l’utilizzo è sempre lo stesso, basta intingere la mezza testa del dotter nello smalto e poi usarlo sulle unghie come una penna.
Con questo strumento è possibile creare motivi di ogni tipo, anche pizzi e merletti disegnati, ed il risultato è assolutamente glamour.
Sempre tramite il dotter, e con l’ausilio di uno smalto trasparente, è possibile applicare sulle unghie anche dei brillantini o dei piccoli oggetti.
Anche in questo caso è sufficiente “bagnare” la parte esterna della testa del dotter nello smalto per creare un “effetto calamita” sugli oggetti, ed a questo punto ci basterà prenderli e depositarli sull’unghia, in prossimità di uno smalto ancora umido o di una goccia di colla da nail art.

mercoledì 15 luglio 2015

Un cucchiaino di miele al giorno per dimagrire: è un toccasana. Ecco quando mangiarlo


Un vero e proprio segreto per salvare la propria linea. Mangiare un cucchiaino di miele prima di andare a dormire, infatti, è un toccasana assoluto: le sue proprietà benefiche innescano importanti cambiamenti metabolici che fanno bruciare i grassi durane la notte, mentre dormiamo.  
A dare la notizia è stato il nutrizionista Mike McInnes, che avrebbe provato proprio in prima persona gli effetti benefici di questo alimento.  
McInnes afferma che ingerendo una piccola quantità di miele prima di andare a dormire, la nostra voglia di zucchero durante la giornata si abbasserà notevolmente e, secondo la sua esperienza, si possono perdere fino a 3 chili in una settimana. Mica male.  
"Un cervello affamato è un cervello stressato che invierà un cocktail di messaggi chimici per cercare di recuperare zuccheri da qualsiasi altra possibile fonte". commenta McInnes.

venerdì 3 luglio 2015

Cinque cose assolutamente impensabili che possono provocare l'acne


Prevenire la formazione dell'acne sul viso non è semplicemente una questione di alimentazione, bensì di una lunga serie di abitudini e comportamenti, apparentemente innocui, che possono provocare i brufoli.
Ecco le cinque cause più impensabili della formazione dell'acne sul viso, riportate da Eme de Mujer:
1) Il dentifricio. Alcuni medici sconsigliano di lavarci i denti dopo aver lavato il viso, poiché alcune sostanze presenti nella pasta dentifricia possono generare impurità intorno alla bocca. Per questo motivi è raccomandabile lavare ogni mattina prima i denti e poi il viso.
2) Prodotti per i capelli. Dallo shampoo al balsamo, passando per cere e gel, i prodotti per i capelli possono venire a contatto con la pelle del viso e i loro residui possono provocare brufoli e punti neri. Per questo si consiglia sempre di lavare bene il viso dopo aver lavato e sistemato i capelli.
3) Cuscini. Durante la notte la nostra pelle genera più sebo, che finisce per depositarsi sui cuscini. Per risolvere questo problema, oltre a cambiare le federe ogni settimana, insieme alle lenzuola, è bene girare ogni giorno il proprio cuscino.
4) Occhiali, auricolari e telefoni. Ci sono diversi oggetti di uso decisamente comune che ogni giorno portiamo a contatto con la pelle del nostro viso. Dal cellulare alle cuffie auricolari, passando per gli occhiali: tutti questi oggetti sono un vero e proprio rifugio per i batteri e per questo motivo vanno mantenuti puliti e disinfettati ogni giorno.
5) Salviette, ovatta e asciugamani. Quando ci laviamo il viso, spesso il nostro lavoro viene vanificato se gli oggetti che utilizziamo non sono adeguatamente puliti. Per questo motivo è bene cambiare ogni giorno l'asciugamani, oltre ad assicurarsi che prodotti come salviette struccanti, batuffoli di ovatta e salviettine usa e getta siano ben chiusi all'interno dei loro contenitori.