domenica 30 agosto 2015

Dolce&Gabbana: partecipa e diventa testimonial make-up


Spesso e volentieri  i grandi marchi di moda e del settore beauty fanno a gara per contendersi le migliori testimonial. Le attrici del momento, le icone più seguite dai social network e i visi più rappresentativi delle passerelle sono nella lista dei desideri dei direttori marketing.
Dolce&Gabbana ha deciso di rivoluzionare il metodo di promozione delle sue collezioni make-up, rompendo lo schema predefinito per la scelta del nuovo volto di punta. Il brand di tendenza lancia così la nuova sfida aperta a qualsiasi donna che si voglia cimentare in una nuova avventura. Per partecipare basta semplicemente caricare sul profilo Instagram un selfie dopo aver utilizzato i prodotti della maison italiana.
Uno sprono all’accettazione comune, lontano dai canoni celebrativi e dalle imposizioni della moda. Dopo aver aggiunto la vostra foto, basta inserire l’hashtag #dgwomenlovemakeup. Il contest è aperto a qualsiasi idea di bellezza, dai visi candidi di una pelle di ceramica, a quelle dai colori mediterranei.
A turno verranno mostrati i volti più eleganti con un make-up capace di fare risaltare la femminilità del marchio, direttamente nel profilo ufficiale degli stilisti.
“#dgwomenlovemakeup è un tributo speciale di Dolce&Gabbana alla bellezza di tutte le donne del mondo. Ogni 15 giorni verrà pubblicata una foto scelta tra le utenti di Instagram più vicine al mondo di Dolce & Gabbana Beauty”.

Mini terrine di formaggio e ciliegie


Ingredienti

100 g di ricotta
200 g di caprino vaccino 
40 g di parmigiano reggiano 
20 ciliegie 
erba cipollina 
basilico 
olio extravergine di oliva 
sale e pepe

Preparazione

1. Monta i formaggi. Disponi la ricotta setacciata in una ciotola. Aggiungi 20 g di parmigiano reggiano grattugiato, 5-6 foglie di basilico spezzettate, un filo d'olio e un pizzico di sale e pepe. In un'altra ciotola raccogli il caprino, il parmigiano reggiano grattugiato rimasto, 7-8 steli di erba cipollina tagliuzzata, poco olio, sale e pepe. Monta bene i due formaggi. 
2. Prepara le ciliegie. Sciacqua e asciuga le ciliegie. Tienine da parte 4 per il decoro e snocciola tutte le altre, eliminando anche il picciolo. Per farlo, apri delicatamente le ciliegie con le dita ed elimina i noccioli. Se fossero ben sode, incidile su un lato con la lama di un coltellino, aprile ed estrai i noccioli con la punta. Taglia le ciliegie a pezzetti.
3. Componi e servi. Fodera gli stampini con pezzetti di pellicola trasparente. Disponi sul fondo degli stampini metà del composto di caprino e livella con il dorso del cucchiaio. Distribuisci metà delle ciliegie e copri con la crema di ricotta e con le ciliegie rimaste. Completa con il composto di caprino rimasto e compatta ancora delicatamente con il cucchiaio. Metti in frigo per 1 ora. Rovescia le terrine nei piatti, elimina la pellicola, decora con foglie di basilico e le ciliegie tenute da parte Servi con pane freschissimo.

Crostata alla macedonia


Ingredienti

400 g di pasta frolla pronta 
400 g di macedonia di frutta sciroppata
20 g di burro 
80 g di zucchero
30 g di farina 
40 g di gelatina pronta
30 g di confettini colorati
2,5 dl di latte
2 tuorli 

Preparazione

Lavorate i tuorli con 40 g di zucchero finché diventano morbidi e spumosi; incorporate la farina setacciata e mescolate per evitare la formazione di grumi. 
Scaldate il latte con lo zucchero rimasto, unite il composto di tuorli e fate cuocere qualche minuto mescolando, finché la crema si sarà addensata. Poi lasciate raffreddare. Stendete la pasta frolla con il matterello e foderate una tortiera imburrata. Riempite con legumi secchi e fate cuocere per 20 minuti in forno caldo a 180 °C. Poi eliminate i legumi e riempite con la crema. Completate con la frutta  sciroppata scolata e asciugata e infornate per altri 10 minuti. 
Fate fondere 2-3 minuti la gelatina a fuoco basso e  spalmatela sulla crostata. Decorate con i confettini colorati e servite.

Sfoglia alle pesche


Ingredienti

2 confezioni di pasta sfoglia fresca 
1 barattolo di confettura di pesche 
30 g di zucchero vanigliato 
20 g di burro 
20 g di farina 

Preparazione

Aprite le confezioni di pasta sfoglia fresca, spianate leggermente i due dischi con un matterello infarinato. Foderate una tortiera imburrata e infarinata con un disco, versatevi la confettura di pesche, tenendone da parte 2 cucchiai, chiudete con il secondo disco e sigillate i bordi premendoli con le dita. 
Fate cuocere per 30 minuti in forno preriscaldato a 200 °C, estraete la tortiera e fate raffreddare il dolce. Al momento di servire, distribuite la marmellata tenuta da parte sulla sfoglia, spolverizzate con lo zucchero a velo vanigliato e portate in tavola.

Involtini di melanzane fritte con feta al limone


Ingredienti

1 grossa melanzana
150 g di feta
il succo di 1/2 limone
1/2 spicchio di aglio
1 mazzetto di erbe aromatiche miste (basilico, origano, maggiorana, menta)
1/2 limone dolce (di Amalfi) non trattato
olio extra vergine di oliva
sale
pepe macinato al momento
16 spiedini di bambù, corti e solidi

Preparazione

Affetta finemente l'aglio, aggiungi 2 cucchiai di erbe fresche spezzettate, la scorza del limone, il succo, 2 cucchiai di olio e la feta a dadini, lascia macerare 15 minuti.
Taglia la melanzana a grossi dadi, falla trifolare in padella con poco olio. Regola di sale e di pepe. Infila in ogni stecchino una melanzana e un dado di feta, condisci tutto con la marinata del formaggio, un filo di olio e pepe. Accompagna con pane croccante.

Frittata di patate e broccoli


Ingredienti

250 g di cotechino già cotto 
200 g di cime di broccoli 
300 g di patate lessate 
5 uova 
50 g di farina 
latte 
50 g di fontina grattugiata 
pangrattato 
prezzemolo tritato 
2 spicchi d'aglio 
4 cucchiai di olio, 
burro 
sale 
pepe 

Preparazione

1) Sbollentate i broccoli in acqua salata per 2 minuti. Rosolate l'aglio nell'olio. Unite i broccoli e le patate a tocchetti e lasciate insaporire a fiamma alta. Aggiungete il cotechino a pezzi, salate, pepate, cospargete con abbondante prezzemolo e fate raffreddare. 
2) Imburrate una teglia quadrata di 20 cm di lato e cospargetela di pangrattato. 
Riempitela con il composto. Stemperate la farina in 2 cucchiai di latte, aggiungete il formaggio e le uova sbattute e versate sulla base di broccoli e cotechino. 
3) Ponete la frittata in forno già caldo a 190° per 20 minuti, lasciatela
intiepidire, sformatela e servitela tagliata a losanghe. 

Tocchetti di tonno fresco al sesamo


Ingredienti

un tonnetto di 1,2 kg
un avocado
3 pomodori maturi
2 lime
mezzo spicchio di aglio
semi di sesamo
un mazzetto di cerfoglio
olio extravergine di oliva
sale, pepe

Preparazione

1) Private l'avocado, della buccia e del nocciolo, tagliatelo a dadini e spruzzatelo con il succo di un lime perché  non annerisca. Riducete a dadini i pomodori. 
2) Riunite in una terrina i due ingredienti e conditeli con un filo di olio, un pizzico di sale, una macinata di pepe e il cerfoglio, tritato con l'aglio; mescolate bene e lasciate insaporire. 
3) Eviscerate il tonno, privatelo della testa e della coda e con un coltellino ben affilato ricavatene i 4 filetti. 
4) Spellate i filetti, sciacquateli, asciugateli con carta assorbente e passateli nei semi di sesamo, schiacciando con le mani in modo che aderiscano bene; poi cuoceteli a fuoco vivace in un tegame con poco olio per un paio di minuti per lato, girandoli delicatamente con l'aiuto di una paletta. 
5) Tagliate infine i filetti a pezzetti spessi circa un cm edisponeteli con garbo sui piatti. Distribuitevi tutto attorno la guarnizione di avocado e pomodoro e serviteli subito ben caldi.

domenica 23 agosto 2015

Bodytite: torniamo in linea rimodellando il grasso


Si chiama bodytite, arriva da Israele e rappresenta una vera rivoluzione nel trattamento delle adiposità, introducendo il concetto di “lipo definizione estrema”, finora sconosciuto, ma sentiamo cos’è dalle parole del Dottor Eros Cocozza.
Ci spiega bene di cosa si tratta?
Finora i mezzi e le conoscenze acquisite in anni di pratica chirurgica, ci hanno consentito di aspirare e ridurre i classici accumuli adiposi senza però poter intervenire sufficientemente sulla forma e la ridistribuzione del grasso. Oggi con questa tecnica siamo andati oltre.
Mediante la combinazione di più interventi chirurgici, siamo in grado di ripristinare e persino aumentare volumi corporei non visibili prima dell’intervento.
I vantaggi di questa tecnica?
Di certo la minore invasività. L’intervento si esegue in anestesia locale con una leggera sedazione, la sua durata varia a seconda delle zone da trattare; attraverso piccole incisione di 3 mm si inseriscono delle particolari cannule dotate di sonde controllate da un computer che consentono attraverso il surriscaldamento controllato dei tessuti un effetto di retrazione e ridistribuzione della pelle, oltre che di rimodellamento del grasso.
È possibile anche definire forme e volumi nelle zone trattate?
È questa la novità assoluta. Mediante la combinazione di più interventi chirurgici, siamo in grado di ripristinare e persino aumentare volumi corporei non visibili prima dell’intervento. Ciò si ottiene mediante la combinazione di 3 tempi chirurgici:
La lipoaspirazione che consente di ridurre il grasso in eccesso;
Il lipofilling che permette il riposizionamento del grasso nelle zone che si vorrà definire, la cosiddetta “tartaruga” per esempio;
Lo skin tightening, ad opera del bodytite, che permette la retrazione è il riposizionamento cutaneo sui nuovi volumi ottenuti. Il risultato è davvero stupefacente.
Si sente di consigliare questa tecnica a tutti?
Ci sono delle indicazioni ben precise, e con questa tecnica definita negli Stati Uniti e Israele, “radio frequency assisted liposuction”, il campo di applicazione è vastissimo. In tutte le aree in cui i tessuti perdono tonicità, come addome, braccia e interno cosce, in cui la lipoaspirazione  classica ha dei limiti, sarà possibile utilizzarla, riducendo il numero di pazienti che solitamente si sottoponeva a interventi più invasivi, esponendosi inevitabilmente ai rischi correlati a questo tipo di interventi.

Fantasia di frutta al mango


Ingredienti

300 g di mango
150 g di lamponi
3 cucchiai di mirtilli
300 g di fragole
300 g di kiwi
2 pompelmi rosa
2 pere
50 g di zucchero
2 limoni

Preparazione

1) Spremete i limoni e filtrate il succo; pulite i lamponi e i mirtilli e fate ammorbidire  questi ultimi per 7-8 minuti con 1 cucchiaio di acqua e 1/2 cucchiaio di succo di limone. 
2) Sbucciate il mango, levate il nocciolo, tagliatelo a pezzetti e frullatelo A con 2 cucchiai di succo di limone; a parte frullate i lamponi e conditeli con 30 g di zucchero. 
3) Lavate e pulite le fragole e affettatele a spicchi B; sbucciate i kiwi e  tagliateli a ventaglio; sbucciate anche i pompelmi e pelate gli spicchi al vivo. Sbucciate le pere e tagliate  anch'esse a spicchi sottili. 
4) Sistemate su ogni piatto individuale un letto di purè di mango, riempite una siringa  con il succo di lamponi e spremetene una corona attorno al mango C; scolate i mirtilli, ormai ammorbiditi, e 
disponeteli sul succo di lamponi. Sistemate la frutta a corona attorno alle due creme, alternando i colori e la  disposizione, spolverizzate leggermente con lo zucchero rimasto e servite.

Ciambella gelato all'amarena


Ingredienti

750 g di gelato alla panna o fiordilatte
6 cucchiai di amarene sciroppate
4 cucchiai di sciroppo di amarene
1,5 dl di panna fresca
100 g di cioccolato fondente

Preparazione

1 Lavora il gelato. Togli il gelato dal freezer, in modo che si ammorbidisca. Disponilo in una ciotola, unisci 6 cucchiai di amarene sciroppate e mescola, in modo da distribuirle uniformemente nel gelato. Aggiungi 4 cucchiai di sciroppo di amarene, 1 alla volta, e mescola, così da creare delle striature ben marcate. Trasferisci il composto nello stampo a ciambella, chiudi con un foglio di alluminio e disponi in freezer a indurire. 
2 Fai la crema. Disponi il cioccolato fondente sul tagliere e, partendo da uno spigolo, taglialo a scagliette, con un coltello affilato. Scalda la panna in un pentolino e spegni. Incorpora il cioccolato tritato e mescola con un cucchiaio di legno, finché il composto apparirà liscio. 
3 Completa e servi. Sforma la ciambella di gelato e amarene su un piatto da portata. Decora, a piacere, con scorzette candite di cedro o arancia a listarelle e servi accompagnando con il cioccolato fuso.

Macedonia reale


Ingredienti

150 g di ciliegie sciroppate
100 g di fragole
100 g di lamponi
il succo di mezzo pompelmo
un'arancia
200 g di ananas sciroppato o un ananas fresco piccolo
un kiwi
2 limoni
3-4 cucchiai di zucchero
menta fresca.

Preparazione

1) Lavate l'arancia e tagliatela a fette senza sbucciarla, dopodiché dividete ogni fetta in ventaglietti.
2) Mondate l'ananas fresco e tagliatelo a fette o, se usate quello in scatola, scolatelo dallo sciroppo. Dopodiché mettete le fette (tranne una) sul fondo di una coppa di vetro. 
3) Snocciolate le ciliegie, sgocciolatele dal liquido di conservazione e mettetele nella coppa con i lamponi e le fragole mondati e lavati velocemente e il kiwi tagliato a fette e poi a ventaglietti.
4) Aggiungete la fetta di ananas rimasta tagliata a pezzetti e le fette d'arancia. 
5) Spremete i limoni e filtrate il liquido. Cospargete la frutta di zucchero e versatevi sopra il succo di limone misto a quello di pompelmo. Mettete la coppa di frutta in frigo per 15 minuti circa e, al momento di servire, guarnite con la menta mondata e lavata.

Padellata di pescatrice


Ingredienti

600 g di pescatrice a tranci 
200 g di finferli 
150 g di pomodori ciliegia 
2 cucchiaiate di capperi 
un ciuffo di prezzemolo 
una cipolla 
uno spicchio d'aglio 
mezzo bicchiere di vino bianco secco 
20 g di olio extravergine d'oliva 
sale 

Preparazione

1) Pulite i finferli e sciacquateli rapidamente. Asciu-gateli e metteteli in una padella con l'olio, l'aglio e la cipolla tagliata a  metà. Fate insaporire per 2 minuti, poi aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a metà. Fate cuocere il tutto a fiamma viva  per 5 minuti, quindi bagnate con il vino e lasciatelo evaporare completamente. 
2) Intanto tagliate a cubetti la pescatrice e unitela agli altri ingredienti preparati. Mescolate velocemente per farla insaporire senza che prenda colore e regolate di sale. Eliminate la cipolla e l'aglio. Unite i capperi tritati con il prezzemolo, mescolate, regolate di sale e servite.

Spiedini di gamberi


Ingredienti

32 gamberi sgusciati un po' grossi
pasta di aglio in tubo
burro
spumante
un ciuffetto di prezzemolo
brandy
farina
limone
sale
pepe

Preparazione

Lavate i gamberi e infilateli a 4 a 4 su lunghi stecchini di legno. In una larga padella fate fondere 50 g di burro con la pasta di aglio, adagiatevi i gamberi e fateli saltare per un paio di minuti, a fiamma viva. Spruzzateli con mezzo bicchierino di brandy che infiammerete appena caldo. Dopo che la fiamma sarà spenta, cuocete ancora per 3 minuti, poi salate, togliete i gamberi dal recipiente e teneteli in caldo. Unite al fondo di cottura una noce di burro lavorato con un cucchiaino di farina e fatelo sciogliere. Diluite con mezzo bicchiere abbondante di spumante, lasciate addensare la salsa, profumatela con mezzo limone e il prezzemolo tritato. Salate, pepate e versatela sui gamberi, servendo subito.

Stoccafisso alla nizzarda



Ingredienti

800 g di stoccafisso già ammollato 
500 g di patate 
1/2 peperone rosso 
1/2 peperone giallo 
prezzemolo tritato 
1 peperoncino piccante tritato 
25 olive nere 
1 spicchio d'aglio +1 cipolla 
8 filetti di acciughe sott'olio 
1/2 bicchiere di vino bianco secco 
200 g di pomodori 
4 cucchiai di grappa 
2 cucchiai di farina 
olio extravergine di oliva 
sale e pepe 

Preparazione

1) Rosolate il pesce. Tagliate lo stoccafisso a pezzi, infarinateli e rosolateli con 5-6 cucchiai di olio da entrambi i lati. Con l'aiuto di una pinza o di una paletta, togliete i pezzi rosolati dalla padella e trasferiteli in un piatto. 
2) Fate la salsina. Aggiungete un paio di cucchiai di olio al fondo di cottura dello stoccafisso, unite l'aglio e la cipolla tritati e fateli appassire. Aggiungete i filetti di acciughe e fateli sciogliere, schiacciandoli con la forchetta. 
3) Cuocete. Mettete di nuovo in padella lo stoccafisso e dopo 2 minuti sfumatelo con il vino e la grappa. Unite le patate a 
cubotti, i peperoni e i pomodori tagliati a pezzi, il peperoncino e poco sale. 
4) Completate. Bagnate lo stoccafisso con 1 bicchiere di acqua calda, aggiungete le olive snocciolate e cuocete per almeno 50 minuti. A fine cottura, unite il prezzemolo tritato e pepate.

martedì 11 agosto 2015

Il sale: scrub fai da te per piedi sensuali e perfetti


L’estate, si sa, è il tripudio di sandali, infradito e piedi nudi. Ecco quindi un rimedio naturale a base di sale per piedi morbidi e super sexy. Avete capito bene, sale. Lo avreste mai considerato un vero e proprio alleato di bellezza? Sempre presente sulla nostra tavola, mescolato con acqua o altri ingredienti, il sale vi permette di levigare e tonificare la pelle, eliminando le cellule morte e contrastandone così gli inestetismi.

SCRUB FAI DA TE - Mescolare mezza tazza di sale marino fino con un cucchiaio di olio d’oliva extravergine e uno di argilla, sino ad ottenere un ottimo scrub casalingo Eseguite con regolarità il trattamento e in poco tempo ridarete morbidezza ai vostri piedi. Se volete estendere il trattamento alle gambe, vi sonsigliamo di effettuare invece uno scrub al caffé.

MASCHERA DI BELLEZZA PER MANI E PIEDI – Per dire addio alla pelle secca e screpolata dai vostri piedi, mescolate in un recipiente un cucchiaio di sale fino, un cucchiaio di sale grosso, uno di bicarbonato, uno di yogurt bianco naturale e uno di olio d’oliva extravergine. Dopo aver mescolato il tutto, massaggiare con movimenti delicati il composto sui piedi. Risciacquare con abbondante acqua tiepida e applicare la vostra crema idratante usuale.

NON SOLO PER I PIEDI, MA ANCHE COME RIMEDIO ANTICELLULITE – Ebbene sì, il sale contrasta anche gli effetti antiestetici della cellulite. Come? Provare per credere! Basterà preparare un composto a base di sale grosso e olio d’oliva extravergine, e massaggiare gambe e glutei energicamente.